In evidenza

Lingua italiana, le 50 parole straniere che potremmo benissimo dire in italiano

25022015123607_sm_10997

Il nuovo Dizionario di italiano Devoto – Oli, per i suoi 50 anni ha introdotto una sezione con nuovi anglicismi di cui potremmo fare a meno…

MILANO – Nel linguaggio comune, imperversano neologismi e termini stranieri che man mano stanno sopravanzando nella frequenza d’utilizzo i corrispettivi vocaboli italiani. Se alcune parole come “marketing”, “sport”, “rock”, “browser”, “smog” non trovano un corrispondente efficace nella nostra lingua, ci sono altri termini come ‘workshop’, ‘abstract’, ‘fashion’, ‘light’ di cui ptoremmo far benissimo a meno, utilizzando i loro corrispettivi italiani ‘seminario’, ‘riassunto’, ‘moda’, ‘leggero’. I nostri stessi lettori, spesso, ci fanno notare spesso che preferiscono essere definiti ‘amanti dei libri’ piuttosto che ‘booklovers’. Sembra che adesso il Devoto -Oli, per i suoi 50 anni, abbia aggiunto circa 200 schede dedicate agli anglicismi e modi pratici di cui potremmo fare anche a meno. E’ così che ‘strong’ prende il posto di forte e ‘trendy’ quello di moda.

Non si tratta di una crociata contro le lingue straniere, né contro l’impiego dei molti termini inglesi che non hanno corrispondenti italiani efficaci e accettati, ma semplicemente di un gesto d’orgoglio nei confronti della nostra amata lingua italiana. Vi proponiamo, così, una serie di termini stranieri di cui potremmo benissimo fare a meno, in quanto ‘doppioni’ di vocaboli italiani, tra i quali figurano gli ultimi inseriti nel Devoto – Oli.

 

ALL INCLUSIVE                = TUTTO COMPRESO

ANTI AGE                            = ANTI ETA’

ABSTRACT                           =  RIASSUNTO

APPEAL                                 =  ATTRAZIONE

AUDIENCE                           =  PUBBLICO

BACKGROUND                   = SFONDO

BACKSTAGE                        =  DIETRO LE QUINTE

BADGE                                  = TESSERINO

BIG                                         =  GRANDE

BIPARTISAN                      = TRASVERSALE

BOSS                                      =  CAPO

BRAND                                  =  MARCA

BREAK                                  =  PAUSA

BUSINESS                             =  AFFARI

BUYER                                  =  COMPRATORE

CASH                                     =  CONTANTI

CATERING                          = APPROVVIGIONAMENTO

COACH                                 =  ALLENATORE

CONCEPT                             =  IDEA

COMMUNITY                      =  COMUNITA’

COPYRIGHT                        =  DIRITTO D’AUTORE

DEVICE                                =  DISPOSITIVO

DISPLAY                               =  SCHERMO

DRESS CODE                      =  REGOLE D’ABBIGLIAMENTO

EVERGREEN                       = INTRAMONTABILE

FASHION                              =  MODA

FLOP                                     =  FIASCO

FITNESS                               =  ALLENAMENTO

FOOD                                    =  CIBO

GOSSIP                                 =  PETTEGOLEZZO

HAPPY END                        = LIETO FINE

HOTEL                                 =  ALBERGO

JOBS ACT                            =  LEGGE SUL LAVORO

LIGHT                                  =  LEGGERO

LOOK                                   =  ASPETTO

MAIL                                    =  POSTA

MAKE UP                            =  TRUCCO

MASTER                              =  SPECIALIZZAZIONE

MATCH                                =  PARTITA

MEETING                            =  RIUNIONE

MISSION                             =  MISSIONE

NEWS                                  =  NOTIZIE

OPEN                                   =  APERTO

OKAY                                   = VA BENE

PARTNER                            =  COMPAGNO

PARTY                                 =  FESTA

PREMIER                            =  PRIMO MINISTRO

RED CARPET                   = TAPPETO ROSSO

RELAX                                =  RIPOSO

TREND                                =  TENDENZA

SHOW                                  =  SPETTACOLO

SELFIE                                =  AUTOSCATTO

SEXY                                   =  SEDUCENTE

SNACK                               =  MERENDA

STAFF                                 =  PERSONALE

TEENAGER                       =  ADOLESCENTE

TEAM                                 =  SQUADRA

TICKET                              =  BIGLIETTO

USER FRIENDLY           = AMICHEVOLE PER CHI LO USA

WEEKEND                        =  FINE SETTIMANA

WEB                                   =  RETE

WORKSHOP                      =  SEMINARIO

VINTAGE                         = D’ANNATA

LEGGI ANCHE: CHI HA UCCISO LA LINGUA ITALIANA?

Lingua italiana, le 50 parole straniere che potremmo benissimo dire in italiano ultima modifica: 2017-09-18T11:00:00+00:00 da francesca

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti
  • KBH_UncleJeebers

    pellet = ?; roulotte = ? …

  • Pelzen

    Trend= andamento
    Break-even= punto di pareggio
    Chaff & Flare = lanciare contromisure dagli aerei per ingannare i radar e i missili IR (raggi infrarossi)
    weekend= “la fine settimana” e non il fine settimana!!!

    Complimenti per l’iniziativa!

  • Gennaro Ascione

    Location per ubicazione, luogo, ambientazione.
    Casual per informale (va benissimo dire “vestire in modo formale” o “informale”, non si sente la necessità di questo anglicismo inutile).

  • Narciso Scocco

    Mi viene in mente la parola inglese ‘Privacy’, usata ed abusata da qualche anno. Tutt’altra accoglienza l’ascolto della nostra ‘riservatezza’.

  • Luigi Antonelli

    COMPLIMENTI PER LA BELLISSIMA ED UTILE INIZIATIVA

  • VioladiFrancia

    Pur essendo recalcitrante alle trasposizioni di pancia mi interrogo qui sulla valenza che alcune espressioni inglesi possano trovare nell’italiano corrente.
    Fitness per gli Americani è un concetto ampio che indica il benessere e in inglese per dire Allenamento si dice Training.
    A pelle, dire che un igienista dentale ha fatto un master in tecniche di sbiancamento non sento equivalga ad un medico che ha studiato quattro anni per terminare la specializzazione in odontoiatria.
    Ultimo, per me Backstage è traslabile come dietro le quinte solo in senso lato, o forse lo sono fuorviata da esserne un’addetta ai lavori. Pur credendo che backstage abbia a che fare metaforicamente anche con il sommerso, noi lo usiamo come distinzione tecnica da up stage, stage left, stage right e down stage, per le quali non si è forgiata una traduzione puntuale che non rallenti le nostre spesso rapide comunicazioni.
    “Portami il cavo dietro le quinte a destra in alto” è un po’ più contorto di up stage right.
    O forse è semplicemente abitudine mentale.
    Grazie delle vostre stimolanti rubriche!
    V.

Mostra più commenti