Libri

“Il profumo delle foglie di limone”, un libro che conquista già dal titolo

“Il profumo delle foglie di limone”, un libro che conquista già dal titolo

Molte volte si acquista un libro perché abbiamo letto una buona recensione su di esso…

Molte volte si acquista un libro perché abbiamo letto una buona recensione su di esso, oppure perché ce ne hanno parlato bene degli amici, altre volte perché ci piace la copertina o ci intriga il titolo.

 

Questo è stato il mio caso quando ho comprato “Il profumo delle foglie di limone”, sono rimasta affascinata dal titolo e ho acquistato il libro senza saper nulla e senza leggere alcuna recensione.

 

Dal titolo e dalla copertina, per la verità, l’immaginazione è andata ad un romanzo d’amore.

 

Ed invece no: sin dalle prime pagine è chiaro che ci si è imbattuti in un thriller, per di più ispirato a fatti realmente e drammaticamente accaduti e a personaggi realmente esistiti.

 

Peraltro, la lettura del libro, già edito da qualche anno, è casualmente avvenuta in un momento in cui la cronaca registrava la morte di un personggio oscuro del passato e della nostra storia e numerosi incidenti e manifestazioni circa il luogo della sepoltura e dei funerali.

 

La vicenda è ambientata nella Spagna dei giorni nostri, in un paesino della costa, dove si incrociano le storie di un ottantenne, Julian, e di una ragazza, Sandra, che non sa bene che fare della propria vita.

 

L’ottantenne è un uomo che ha vissuto sulla sua pelle gli orrori di Mauthausen, ma dopo essere scampato alla morte ed in qualche modo essersi rifatto una vita e una famiglia in Argentina, continua comprensibilmente ad essere ossessionato dal passato e dall’orrore vissuto e così partecipa ad un gruppo “Centro Memoria e Azione” dedito alla ricerca dei nazisti e alla raccolta delle prove per la consegna degli stessi alle forze dell’ordine per crimini contro l’umanità.

 

Ormai da diversi anni ha cessato di svolgere un ruolo attivo nella ricerca dei mostri, ma la lettera di un vecchio amico lo richiama in un paesino della Spagna dove ci sono le tracce di uno di loro.

 

La giovane è una ragazza che rimane incinta di un uomo che apprezza, ma che non ama e non vuole sposare, e che non sa bene cosa fare. Per caso, un giorno in spiaggia s’imbatte in due vecchietti che l’aiutano quando lei ha un malore. In realtà, i due sono due feroci nazisti ormai ultra-ottantenni che hanno trovato rifugio nel paesino spagnolo e che sembrano due innocui vecchietti in pensione.

 

Ma come dice Julian, che nello svolgimento della storia fa la conoscenza di Sandra, niente è come sembra.

 

Julian cerca di avvertire Sandra di tenersi alla larga dai quei due, ma entrambi finiscono per fare di tutto, pure a rischio delle loro vite, per cercare di smascherare la deprecabile identità dei vecchietti.

 

Ben scritto e coinvolgente.

 

Silvia Meglio Costanzo

“Il profumo delle foglie di limone”, un libro che conquista già dal titolo ultima modifica: 2016-01-21T15:55:54+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
ACQUISTA “Il profumo delle foglie di limone” di Clara Sanchez QUI
Tags