Libri

Lo spirito del Natale nei grandi scrittori e poeti

Lo spirito del Natale nei grandi scrittori e poeti

Atmosfera magica, ispirazione fiabesca ma soprattutto tanta arte, questo è il Natale letterario: libri, storie, poesie…

MILANO – Il Natale e la letteratura, un insieme infinito di opere, libri, poesie. Una tradizione unica vista da differenti correnti letterarie. Ci sono poeti come Rodari che hanno fatto del Natale una magica poesia,  scrittori che hanno tratto ispirazione per un libro, è il caso di Charles Dickens e addirittura chi ne ha creato un romanzo giallo, di chi stiamo parlando: Agatha Christie, ovviamente. Ecco come il Natale  ha influenzato i principali scrittori e poeti di fama mondiale.

Gianni Rodari, L’abete di Natale

Gianni Rodari  è stato un grande poeta e scrittore, i suoi testi sono spesso destinati ai bambini, vista la loro semplicità indice di grande potenziale. Sono molte le poesie di Rodari sul Natale tra le quali abbiamo scelto L’abete. Una poesia semplicemente fantastica, parole tra loro legate perfettamente che trasmettono in modo semplice e diretto il Natale e l’atmosfera ad esso legata.

L’abete di Natale

Chi abita sull’abete

tra i doni e le comete?

C’ è un Babbo Natale

alto quanto un ditale.

Ci sono i sette nani,

gli indiani, i marziani.

Ci ha fatto il suo nido

perfino Mignolino.

C’è posto per tutti,

per tutti c’è un lumino

e tanta pace per chi la vuole

per chi da che la pace

scalda anche più del sole

Charles Dickens e il suo “Canto di Natale” (A Christmas Carol)

Un classico della letteratura, una storia che ha come obiettivo quello di mutare il proprio destino. un libro che denuncia una grande piaga sociale: l’analfabetismo. Dickens, ha creato una favola bellissima e commovente. Il protagonista è il ricco Ebenezer Scrooge che odia il Natale e le tradizioni ad esso collegate. La notte di Natale Scrooge verrà visitato da tre spettri che lo indurranno a un cambiamento. Questo libro è immortale, scritto nel 1843 ma ancora molto attuale e capace di trasmettere perfettamente l’atmosfera magica del Natale.

 “Il Natale di Poirot” di Aghata Christie

Un libro che è diventato un’icona della letteratura gialla, pubblicato nel 1939 e tradotto in italiano nel 1940 ma ancora molto moderno. Aghata Christie ci racconta della tradizione natalizia, delle famiglie  che si riuniscono condividendo assieme il pranzo. Non tutti i parenti hanno piacere di vedersi, anzi alcuni si odiano. Ed è proprio l’odio che scatenerà un omicidio, trasformando il pranzo di Natale in un’ indagine volta a scoprire l’assassino, sarà forse un membro della famiglia, nessuno lo sa.

 

Lo spirito del Natale nei grandi scrittori e poeti ultima modifica: 2017-12-25T09:15:30+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags