Libri

Come scrivere un libro per bambini

Come scrivere un libro per bambini

Scrivere un libro per bambini è una vocazione ma imparare a fare ciò è anche un processo molto lungo con dettagli pieni di variabili. Se siete aspiranti scrittori di libri per bambini, ecco alcuni suggerimenti…

MILANO – I libri di magia occupano un ruolo speciale nella vita di ogni bambino. I libri che leggiamo da bambini non si limitano a restare con noi ma formano ciò che siamo e ciò in cui crediamo e il modo in cui vediamo il mondo. Scrivere un libro per bambini è una vocazione ma imparare a fare ciò è anche un processo molto lungo con dettagli pieni di variabili. Se siete aspiranti scrittori di libri per bambini, ecco alcuni suggerimenti stilati da BookRiot per passare dall’idea alla pratica.

Leggere molto

Per imparare a scrivere un libro per bambini, devi prima capire come si presenta un buon libro per bambini. Non basta leggere soltanto ma bisogna farlo in modo critico. Identifica le parti cruciali della storia e cerca di individuare i momenti che ti fanno ridere, che ti fanno piangere e quelli che “ti fanno roteare gli occhi”. Analizza come l’autore lo fa. All’inizio, tutti gli scrittori imparano con l’esempio di altri e i libri già pubblicati saranno i tuoi migliori insegnanti.
Un altro consiglio è quello di cercare e di leggere quanti più libri per bambini  e in questo ti tornerà utile consigliare quante più biblioteche possibili

Buttare giù le parole

Pensare per troppo tempo alla storia da buttar giù non va bene. A un certo punto devi smettere di pensare alla tua storia e iniziare a mettere per iscritto le idee. Questo passaggio può essere un pò spaventoso ma non bisogna farsi prendere dal panico in quanto nessun libro pubblicato è frutto di una prima bozza. Un buon consiglio è quello di scrivere tutte le vostre idee su un quaderno. Questo ti dà il permesso di sperimentare e mettere insieme tutti i vostri pensieri. 

LEGGI ANCHE: Ecco i libri ideali da leggere ad alta voce ai bambini

Chiedere consigli

Mostrare il tuo lavoro agli altri può risultare spaventoso ma è assolutamente necessario. Anche gli scrittori migliori e più esperti si trovano in momenti di difficoltà quando si tratta del loro lavoro e in questo i primi lettori sono assolutamente essenziali nel darti le giuste indicazioni. Possono essere amici intimi o familiari, ma generalmente questo non è consigliabile a meno che i tuoi amici intimi o familiari sono anche lettori e scrittori che possono essere molto onesti con te. Trovare i giusti lettori per il tuo lavoro è uno dei maggiori ostacoli per i nuovi scrittori in quanto non è semplice trovare persone in grado di offrirti strategie e consigli che funzioneranno. Puoi provare a trovare queste persone nei gruppi di critica, sia di persona che online e frequentando workshop e corsi. Ogni confronto è valido se riesci ad ottenere un feedback che ti aiuti a diventare uno scrittore migliore e possa rendere il tuo lavoro più forte.

Revisionare lo scritto

A romanzo finito prendi i tuoi momenti per rilassarti. Hai fatto il grosso del lavoro ma non è finita qui. Dopo la stesura avviene un’altra fase importante che è quella della revisione. Dai un’occhiata critica allo scritto, valuta cosa non funziona e cosa potresti fare per migliorare il libro. Spesso i nuovi scrittori tendono ad essere veramente duri con loro stessi, ma bisogna comunque dare la giusta importanza alle cose ben fatte. La parte buona del libro ti darà la giusta energia per superare l’arduo processo di rivalutazione e revisione e rendere l’inevitabile taglio, eliminazione e riscrittura un pò meno doloroso.

Essere persistenti

Nel corso della scrittura le tue energie verranno immancabilmente a mancare e la distrazione prenderà il sopravvento. Potresti arrivare a pensare che ciò che stai scrivendo è orribile e che nessuno vorrà mai leggerlo. Questa fase è assolutamente normale Alcuni scrittori condividono questa preoccupazione con un gruppo di critici e ottengono la giusta motivazione ottenendo feedback sul loro lavoro nella fase di stesura. Alcuni scrittori, però, preferiscono lavorare al libro senza mostrare niente a nessuno finchè la scrittura non sarà terminata.

Cercare un agente

Per vedere pubblicato il tuo libro avrai bisogno di un agente. Un agente è necessario perché conosce intimamente il business e sarà il miglior difensore di te e del tuo lavoro. E’ colui che può negoziare con le case editrici per tuo conto e ti aiuta a pianificare la tua carriera in modo strategico.  Trovare agenti di letteratura per bambini non è difficile ma trovare quello giusto per te richiede tempo e lavoro. Si consiglia di iniziare identificando i libri che ammiri, i libri che ritieni siano simili ai tuoi nel genere, nel tono o nello stile. Guarda i ringraziamenti di quei libri e scopri chi è l’agente dell’autore.

Avere pazienza

La pubblicazione è un processo che richiede tempo e fortuna. La maggior parte degli agenti risponderà entro otto settimane mentre altri non rispondono affatto. Questo perchè la quantità di posta che ricevono ogni giorno rende impossibile rispondere a tutte le domande. Alcuni agenti possono richiedere di inviare loro il manoscritto completo e questo comporterà una certa pazienza da parte tua. Se sei fortunato potresti ricevere un’offerta da un agente, dopo aver fissato un incontro e aver apportato le dovute modificheallo scritto, laddove è richiesto. Probabilmente riceverai rifiuti ma questo non deve scoraggiarti. Continua a essere paziente, continua a scrivere e soprattutto non avere fretta. Nel caso in cui ricevi un’offerta, valuta bene le clausole, parla con l’agente dell’offerta e poni tutte le domande che ti vengono in mente. 

Continuare a scrivere

Alcuni agenti potrebbero chiederti di rivedere ancora una volta il libro prima di inviarlo agli editori. Quando è pronto per la presentazione, un agente di solito ne crea una e invia il tuo libro a un elenco selezionato di editor. Da questo momento inizia l’attesa. Questo è un ottimo momento per iniziare un nuovo progetto e fare tutto ciò che è umanamente possibile per dimenticare che il tuo libro è attualmente in fase di revisione. Più facile a dirsi che a farsi, ma così come gli agenti, gli editor lavorano molto lentamente a causa dell’elevato numero di libri sulle loro scrivanie. Qualsiasi storia che potresti sentire sui libri venduti in poche settimane dovrebbe essere considerata un’eccezione, non la regola. E’anche vero che il tuo primo libro potrebbe non riuscire a vendere. Puoi scrivere un libro fantastico, rivederlo, trovare un agente che ami la tua scrittura e nonostante tutto non avere molta fortuna. Il mercato potrebbe non essere pronto per il tuo libro. Sembrerà ingiusto, perché non hai alcun controllo su queste variabili ma sappi che ciò accade molto più frequentemente di quanto tu possa pensare.

Lavorare con l’editor

Una volta che hai ricevuto un’offerta e il tuo agente ha negoziato i termini e il contratto è stato firmato, passerai attraverso il processo di modifica con il tuo editor. Ciò che dipende dalle pratiche della casa editrice  può richiedere un altro anno o due di attesa. La pubblicazione procede lentamente, in parte perché ci sono molti sguardi sul tuo lavoro durante questo passaggio. Revisione con editor, copyediting, formattazione e design, impaginazione e se hai scritto un libro illustrato, devi fare in modo che l’illustratore possa rappresentare nel modo giusto la tua storia

 

Come scrivere un libro per bambini ultima modifica: 2017-11-18T09:14:09+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags