Libri

Perché “Love of my life” di Freddie Mercury può considerarsi poesia

Perché "Love of my life" di Freddie Mercury può considerarsi poesia

Avrebbe compiuto oggi 71 anni il celebre cantautore britannico leader dei Queen. Ricordiamo la sua vena poetica analizzando la canzone “Love of my life”…

MILANO – Avrebbe compiuto oggi 71 anni Freddie Mercury. Il celebre cantautore britannico leader dei Queen è nato il 5 settembre 1946 a Zanzibar. Amato da intere generazioni per il talento vocale e la sua esuberante presenza scenica sul palco, è considerato uno dei più celebri e influenti artisti nella storia del rock. Di lui si ricondano pietre miliari della musica mondiale come Bohemian Rhapsody, Crazy Little Thing Called Love, Don’t Stop Me Now, Play the Game, Somebody to Love e We Are the Champions. Per ricordare la sua vena poetica, il romanticismo e la dolcezza della sua opera musicale, vogliamo analizzare il testo di “Love of my life”, singolo uscito con l’album Live Killers dei Queen del 1979. La versione più celebre non è l’originale del disco A Night at the Opera del 1975, ma è la versione live cantata nel concerto svoltosi a Francoforte in Germania durante il Live Killers Tour.

LEGGI ANCHE: 8 capolavori della musica che è possibile considerare poesia

L’APPELLO – “Amore della mia vita – mi hai fatto male / Mi hai spezzato il cuore e ora mi lasci / Amore della mia vita non riesci a capire”. Inizia con uno straziante appello alla propria amata la prima strofa del brano. Versi di un amore perduto la cui emozione e dolcezza sembrano molto vicini ad alcuni versi del repertorio poetico classico. Insicurezza, dolore e disperazione vengono tramutati in musica e parole da Freddie Mercury. Appello straziante ripreso anche nella seconda strofa “Amore della mia vita, non lasciarmi / Hai preso il mio amore, e ora mi abbandoni” e rinforzato dal coro “Riportalo, riportarlo / Non portarlo via da me, perché non lo sai, cosa significa per me”.

AMORE INFINITO – Un appello a riavere indietro quella persona che dà significato alla sua vita e al tempo stesso una promessa d’amore incondizionato quello che il cantautore britannico canta nella terza strofa “Ricorderai / Quando questo sarà finito / E ogni cosa sarà andata / Quando invecchierò / Sarò lì al tuo fianco per ricordarti quanto ti amo ancora – ti amo ancora”. Versi emozionanti che parlano di un amore forte e duraturo, che va ben oltre le “volontà terrene” dei due amanti.

L’AMORE DELLA SUA VITA – “Love of My Life” ha rappresentato uno dei capisaldi del gruppo nei concerti con ampia partecipazione del pubblico,  durante i quali spesso musica e voce si fermavano per lasciar spazio al solo canto del pubblico. In molti attribuiscono la dedica di questi versi da parte di Freddie Mercury a Mary Austin, per molti l’unico e vero “amore della vita” del leader dei Queen, un vero e proprio punto di riferimento per lui, tanto da confidare per prima a lei la propria malattia e da assegnarle la gestione delle proprie ceneri con collocazione in un luogo segreto al pubblico.

 

 

 

Perché “Love of my life” di Freddie Mercury può considerarsi poesia ultima modifica: 2017-09-05T10:04:54+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags