Classifiche

Natale, i 10 classici da leggere ai bambini per entrare nell’atmosfera

12122014105512_sm_10079

Dalla magia del romanzo di Dickens al cattivello Grinch del dr. Seuss, i 10 libri da leggere con tutta la famiglia a Natale, capaci di conquistare i più piccoli…

MILANO – C’è un periodo dell’anno in cui grandi e piccini si lasciano trasportare dalla fantasia, e anche Babbo Natale può esistere, se solo lo vogliamo. È la magia del Natale con le sue storie, i suoi racconti, i colori e le immagini. Dalle pagine di libri intramontabili per bambini e ragazzi nascono storie per far sognare tutta le famiglia. Vi abbiamo chiesto quali classici della letteratura rappresentano più il Natale e “Canto di Natale” di Dickens è stato il libro più citato. In ogni caso il Natale è soprattutto la festa dei più piccoli. Tra le vostre risposte e i titoli che non si possono tralasciare in questa speciale classifica, ecco i 10 libri più belli sul Natale da leggere ai ragazzi:

.

CANTO DI NATALE” di Charles Dickens  – Nella gelida notte della vigilia di Natale il vecchio Scrooge, che ha passato tutta la sua vita ad accumulare denaro, riceve la visita terrificante del fantasma del suo socio. Ma è solo l’inizio: ben presto appariranno altri tre spiriti, per trasportarlo in un vorticoso viaggio attraverso il Natale passato, presente e futuro. Un viaggio che metterà Scrooge di fronte a quello che è realmente diventato: un vecchio tirchio, insensibile e odiato da tutti, che ama solo la compagnia della sua cassaforte. Riuscirà la magia del Natale a operare un miracolo sul suo cuore inaridito?

.

 “IL GRINCHdi Dr. Seuss

 È possibile non amare il Natale? Certo, se si è solitari, brutti e cattivi come il Grinch, mostriciattolo perfido che vive nella città di Chi-non-so. Con il solo scopo di guastare le feste ai suoi concittadini Non-so-chi, si traveste da Babbo Natale e ne combina di tutti i colori.

.

POLAR EXPRESSdi Chris Van Allsdburh

 È la notte di Natale e tutta la città ormai dorme. Un bambino sale sul treno che sembra attendere solo lui: il Polar Express, diretto al Polo Nord. Quando giunge a destinazione, Babbo Natale promette al bambino di donargli qualunque cosa desideri e lui si limita a chiedere un campanellino della slitta. Durante il viaggio di ritorno smarrisce il dono, che ritroverà la mattina successiva. Sua madre ammira l’oggetto ma crede che sia rotto: chi non crede a Babbo Natale non può sentirne il suono.

 .

IL PUPAZZO DI NEVEdi Raymond Briggs

In una fredda mattina d’inverno un bambino si sveglia e vede che fuori tutto è ricoperto di neve. Colmo di gioia corre in giardino e inizia a fare un pupazzo di neve. A mezzanotte, il bambino si sveglia d’improvviso, si avvicina alla finestra e non può credere ai suoi occhi: il pupazzo di neve ha preso vita! Eccitato il bambino si precipita giù dalle scale e quando apre la porta si trova davanti un pupazzo di neve che sorride. Questo è l’inizio di un’avventura che durerà tutta la notte.

.

LE LETTERE DI BABBO NATALEdi John R. R. Tolkien

Il 25 dicembre 1920 J.R.R. Tolkien cominciò ad inviare ai propri figli lettere firmate Babbo Natale. Infilate in buste bianche di neve, ornate di disegni, affrancate con francobolli delle Poste Polari e contenenti narrazioni illustrate e poesie, esse continuarono ad arrivare a casa Tolkien per oltre trent’anni, portate dal postino o da altri misteriosi ambasciatori. Una scelta di questi messaggi annuali, trascritti a volte in forma di colorati logogrifi, formano questa fiaba intitolata ‘Le lettere di Natale’, scritta a puntate da un Tolkien non tanto in vena di paterna e didattica allegria, quanto in groppa all’ippogrifo della sua fantasia filologica e ironica.

.

IL SARTO DI GLOUCESTERdi Beatrix Potter

Un vecchio sarto di Gloucester deve ultimare il vestito per il sindaco della città che indosserà per il suo matrimonio proprio il giorno di Natale. Sarà un vestito bellissimo, con la giacca color ciliegia ricamata di rose e viole. Ma il vecchio si ammala e con l’aiuto di alcuni topolini il sindaco avrà il vestito più bello che abbia mai indossato.

.

IL PIANETA DEGLI ALBERI DI NATALEdi Gianni Rodari

Un bambino, portato nello spazio da un vascello spaziale mascherato da cavallo a dondolo, incontra degli alieni che, liberati dal lavoro grazie alle macchine, vivono in un ‘pianeta della cuccagna’ e si dedicano solo a scienze, arti e politica. Ma cosa vogliono questi spaziali da lui? Se agli occhi smaliziati di un adulto la trama può sembrare, a tratti, semplicistica, va detto che il libro affrontava temi assolutamente rivoluzionari per l’epoca e attuali ancora oggi, come l’idea che i bambini debbano prepararsi fin da piccoli diventare i governanti del mondo di domani, ma senza perdere la vivacità, la spontaneità e la capacità di essere amici di tutti.

.

L’ALBERO DI NATALE di H. Christian Andersen

È la storia di un piccolo abete che non vedeva l’ora di crescere per diventare grande e bello come gli abeti che lo circondavano. Voleva andare via anche lui, come quegli alberi maestosi che all’avvicinarsi del Natale i boscaioli tagliavano e caricavano sui carri. Sarebbe arrivato anche il suo turno?

.

LA VITA E LE AVVENTURE DI BABBO NATALEdi Frank Baum

Abbandonato nella magica foresta di Burzee, Santa Claus è un bambino come tutti gli altri. Ma ninfe, elfi e fate lo adottano e, sotto la tutela di Ak, il Signore delle creature dei boschi, Claus impara che tutte le vite umane sono sacre, meritano rispetto e vanno premiate. Scritto da uno dei più famosi e importanti autori per l’infanzia di sempre, padre de ‘Il meraviglioso Mago di Oz’, è la narrazione di come Babbo Natale è diventato Babbo Natale.

.

PICCOLE DONNE di Louisa M. Alcott

Infine un libro scelto da voi.  Tutto cominciò con un invito a una festa… Meg, Jo, Beth e Amy vivono tra le pagine di questa storia il periodo più importante della propria vita, tra litigi e riappacificazioni, sogni, paure, speranze e nuove amicizie. Un’avventura lunga un anno, sulla strada che le porterà a crescere e diventare… Piccole Donne.

 

 

Natale, i 10 classici da leggere ai bambini per entrare nell’atmosfera ultima modifica: 2016-12-24T09:20:27+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags