Libri

Mondiali di calcio, 10 libri da leggere per sapere tutto sull’evento sportivo dell’anno

Mondiali di calcio, 10 libri da leggere per sapere tutto sull'evento sportivo dell'anno

Tra poche ore iniziano i Mondiali di Calcio in Russia. Se siete appassionati di calcio, o volete saperne di più, abbiamo deciso di consigliarvi alcuni libri da leggere…

MILANO – Tra poche ore iniziano i Mondiali di Calcio in Russia. Per entrare nel clima giusto, abbiamo deciso di consigliarvi alcuni titoli di libri che hanno in cui si parla di calcio e delle sue mille sfaccettature. Conoscete poco di calcio? Volete non farvi trovare impreparate agli occhi di mariti e parenti-tifosi sfegatati? Per vivere appieno le atmosfere mondiali vi consigliamo di leggere libri dedicati allo sport più popolare al mondo. Esistono molti libri che ne parlano, in maniera più romanzata o più saggistica. Ecco qui i 10 titoli che vi consigliamo.

 

Mondiali di calcio. Le storie dietro la leggenda, di Bernard Lions

In oltre ottant’anni di vita, la Coppa del Mondo di calcio ha catturato l’immaginario collettivo, facendo sognare e spostare miliardi di persone. Quante emozioni vissute in campo e sugli spalti! Questo volume ci offre un viaggio dietro le quinte di un evento di respiro planetario. Grazie ai racconti inediti di alcuni dei protagonisti, il volume ripercorre la storia della massima competizione calcistica e presenta le nazionali più prestigiose.

 

I PIÙ GRANDI NUMERI 10 DELLA STORIA DEL CALCIO, di A. Dimartino

Il numero 10 non solo come numero stampato dietro una maglia da gioco. Numeri 10 all’interno del rettangolo verde, ma anche, o forse soprattutto, fuori. In rettangoli infinitamente più ampi o infinitamente più ristretti, a seconda delle circostanze. Numeri dieci che sono presenti anche se in realtà portavano il 7, o il 14, o il 21. Numeri 10 che non sono presenti nonostante l’abbiano portato per tutta la carriera disegnato pure sui calzettoni. Numeri 10 molto famosi. Numeri 10 molto meno famosi. Perché la fama spesso è aleatoria, il ricordo del 10 in chi il 10 lo ha sognato una vita intera, spesso no. Perché il numero 10 è una categoria dello spirito.

 

UN GIORNO TRISTE COSÌ FELICE, di Lorenzo Iervolino

Quando papà Raimundo scelse il nome del suo primogenito dalla ‘Repubblica’ di Platone, già immaginava per lui un futuro importante. Da filosofo, da medico, o da rivoluzionario. E in effetti Sócrates Brasileiro, come è emerso dall’inchiesta condotta da Lorenzo Iervolino, è stato un po’ tutto questo, ma è passato alla storia come uno degli interpreti più originali dell’arte del ‘futebol’: per le sue caratteristiche fisiche e tecniche, e per quel modo di concepire il calcio più come un divertimento che una professione, ‘un microcosmo nel macrocosmo della società’.

 

Nuove storie mondiali. Un secolo di calcio in 13 avventure, di Federico Buffa e Carlo Pizzigoni

Federico Buffa e Carlo Pizzigoni hanno tenuto sottomano il consiglio di José Mourinho mentre scrivevano “Storie mondiali”, prima fortunata ed elogiata trasmissione su Sky e poi libro da leggere e conservare. Che oggi si arricchisce con tre capitoli totalmente inediti. La formula è però quella di sempre, perché il calcio non può essere ridotto a un pure interessante racconto di quello che è accaduto sul campo da gioco, ma deve incrociarsi con la storia, con la vita.

LA PIRAMIDE ROVESCIATA, Jonathan Wilson

Chiunque voglia far sfoggio di competenze calcistiche ridicolizzando amici o colleghi con schemi e tatticismi non può fare a meno del suo La piramide rovesciata. Sia che si tratti di una discussione da bar particolarmente animata o semplicemente lo spostare i contenitori del sale e del pepe sul tavolo di un autogrill, non vi è alcun dubbio che le tattiche calcistiche siano ormai diventate parte integrante della vita di tutti i giorni. Tuttavia, agli albori del football, quando questo sport veniva praticato esclusivamente a livello dilettantistico, era il caos a regnare. Fu grazie agli scozzesi, dalla corporatura decisamente esile, i quali iniziarono a passare la palla per riuscire ad aggirare avversari fisicamente più prestanti, che il gioco poté evolversi verso una direzione prettamente tattica. Ne ‘La piramide rovesciata’ Jonathan Wilson descrive come la tattica si è diffusa per tutto il globo terrestre.

 

PARLERÒ SOLO DI CALCIO, Tito Boeri

Come può un libro scritto da un economista come Tito Boeri interessare i patiti di calcio? Be’, se questi hanno almeno qualche titolo al mercato azionario milanese o sono convinti che lo sport più amato sia metafora dei problemi più generali che affiggono l’Italia, Parlerò solo di calcio è la lettura perfetta per loro. Un libro che potrà pur lasciare l’amaro in bocca, ma non sarà certo accusato di superficialità.

 

CALCIONOMICA, S. Kuper e S. Szymanski

Per quanto molti tifosi lo neghino, l’amore per il calcio è spesso legato alla passione per i numeri: i risultati, le classifiche, le date importanti, le pagelle, il Fantacalcio. Nonostante questo, è facile relegare in un angolo un secolo intero di statistiche, preferendo affidarsi ai luoghi comuni e alla cosiddetta esperienza: ‘il calcio è noioso perché vincono sempre le grandi’, ‘il calcio è ormai un business’, ‘la nazionale potrebbe fare meglio’ e così via. In questo libro Simon Kuper, giornalista e storico del calcio, e Stefan Szymanski, economista, analizzano la storia e la geografia del calcio mondiale attraverso i numeri, facendo delle scoperte sorprendenti.

 

IL MIO ANNO PREFERITO, a cura di Nick Hornby

Che cosa ci spinge a seguire dal vivo, per radio, sul televideo, o addirittura per posta, una squadra di calcio nelle sue non sempre fulgide prestazioni? Da cosa nasce l’ossessione che ci lega alla nostra squadra del cuore? Attaccamento, esaltazione, fanatismo, ma anche sofferenza, patema, tormento: sono solo alcune delle molteplici sfumature che la passione calcistica può assumere e, quando a metterle sulla pagina sono brillanti scrittori, il lettore riesce ad assaporare il gusto di ogni emozione che il calcio riserva. Il mio anno preferito è una raccolta di storie in cui la passione per uno sport amatissimo si sposa con il talento della scrittura, riuscendo a restituire quel miracolo di ingenuità, irrazionalità e disperazione che è l’essenza del tifo calcistico.

 

IL CALCIATORE DONNA, Carolina Morace

In base a quale criterio, sin dalle scuole elementari, si costringono le bambine a dedicarsi alla pallavolo o ad altri sport ritenuti più muliebri, lasciando il pallone al monopolio dei maschi? Non è dato saperlo. Ma per riportare il calcio nostrano ai livelli di un tempo, forse bisognerebbe ripartire proprio dalle donne. Per questo, un libro come quello scritto da Carolina Morace, leggendaria bomber della nazionale italiana femminile, è un caposaldo della letteratura di genere.

IL CALCIO ALLA SBARRA, Oliviero Beha e  Andrea Di Caro

Scandali, leggende, corruzione, inchieste insabbiate, misteri, cospirazioni fra mafia e politica: Ai cultori del genere non può mancare la lettura del saggio di Oliviero Beha e Andrea Di Caro, che investigano meritoriamente il volto oscuro del calcio italiano a partire dal Mundiàl del 1982 in poi.

 

GOAL! GUIDA AL GIOCO DEL CALCIO, di Jim Kelman

Questo è un libro valido per i calciatori del futuro o aspiranti tali: un libro pop-up che unisce apprendimento e divertimento. Utile anche per tutte quelle madri che, dovendo assistere allo spettacolo poco gradevole di un marito in canotta che sbraita davanti alla televisione, potranno consolarsi imparando i rudimenti di questo sport insieme ai propri pargoli.

Mondiali di calcio, 10 libri da leggere per sapere tutto sull’evento sportivo dell’anno ultima modifica: 2018-06-14T09:44:00+00:00 da developer

© Riproduzione Riservata
Tags