Aforismi

Le 50 frasi celebri più belle sul piacere della lettura – II parte

03072014122028_sm_8123

Ecco le 50 frasi più belle sul piacere della lettura ispirate al romanzo “La misura della felicità” di Gabrielle Zevin…

MILANO –  Dopo avervi segnalato i primi 25 aforismi tratti dalla raccolta ‘Le 50 frasi celebri più belle sul piacere di leggere’ realizzate da Il Libraio, rivista gratuita dedicata a lettori, e ispirate al romanzo “La misura della felicità” di Gabrielle Zevin , ora vi proponiamo anche la seconda parte. Qual è, quindi, la vostra frase preferita. Le avevate già segnate tutte?

“Tutto quello che ti serve sapere di una persona lo capisci dalla sua risposta alla domanda: qual è il tuo libro preferito?”

(Gabrielle Zevin)

“Per sognare non bisogna chiudere gli occhi, bisogna leggere”

(Michel Foucault)

“Leggevo e rileggevo lo stesso libro molte volte, e a volte chiudevo gli occhi e mi riempivo i polmoni del suo odore. Il semplice annusare quel libro, scorrere le dita tra le pagine, per me era la felicità”

(Haruki Murakami)

“Non c’è nessun amico più leale di un libro”

(Ernest Hemingway)

“Un buon libro è un compagno che ci fa passare dei momenti felici”

(Giacomo Leopardi)

“Bisogna incontrare le storie al momento giusto. Le cose che ci colpiscono a vent’anni non sono necessariamente le stesse che ci colpiscono a quaranta, e viceversa. Questo è vero nei libri e anche nella vita”

(Gabrielle Zevin)

“È un viaggio per viandanti pazienti, un libro.”

(Alessandro Baricco)

“Non esiste programma di vacanza più bello che proporsi di non leggere neppure un rigo, e dopo, niente di più piacevole che, al momento opportuno e con un libro veramente attraente, tradire il bel programma.”

(Hermann Hesse)

“È solo nei libri che può cambiare la vita. Solo lì si può cancellare tutto con un tratto di penna. Fare sparire il peso delle cose. Cancellare le cattiverie meschine e alla fine di una frase, ritrovarsi all’improvviso alla fine del mondo.”

(Grégoire Delacourt)

“Il libro è una cosa: lo si può mettere su un tavolo e guardarlo soltanto, ma se lo apri e leggi diventa un mondo.”

(Leonardo Sciascia)

“Non ho avuto mai un dolore che un’ora di lettura non abbia dissipato.”

(Charles Montesquieu)

“Tutte le cose descritte in un libro sono emotivamente vere, anche se non lo sono nei fatti.”

(Gabrielle Zevin)

“Leggere, leggere un libro – per me è questa l’esplorazione dell’universo.”

(Marguerite Duras)

“Il mondo è un libro e quelli che non  viaggiano ne leggono solo una pagina.”

(Sant’Agostino)

“Il libro è una delle possibilità di felicità che abbiamo noi uomini.”

(Jorge Luis Borges)

“Ricordo che i suoi libri erano come cibo per me quando non avevo cibo.”

(Charles Bukowski)

“Quando leggo un libro, desidero che anche tu lo stia leggendo.Voglio sapere cosa ne pensi.Non è forse amore, questo?”

(Gabrielle Zevin)

“I libri hanno gli stessi nemici dell’uomo: il fuoco, l’umidità, il tempo e il proprio contenuto.”

(Paul Valéry)

“Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene o scritti male.”

(Oscar Wilde)

“All’infuori del cane, il libro è il migliore amico dell’uomo. Dentro il cane è troppo scuro per leggere.”

(Groucho Marx)

“I libri migliori sono proprio quelli che dicono quel che già sappiamo.’

(George Orwell)

“Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca”

(Jorge Luis Borges)

“La gente dice che ciò che conta è vivere, ma io preferisco leggere.”

(Logan Pearsall Smith)

“Scrivere romanzi significa prendersi cura degli altri. Se io ci tengo veramente a te,se voglio avere una relazione con te,ti racconto storie.’

(Jonathan Safran Foer)

“Tutti sappiamo che probabilmente le circostanze in cui si legge sono importanti quanto il libro stesso.”

(Nick Hornby)

 

 

 

 

 

Le 50 frasi celebri più belle sul piacere della lettura – II parte ultima modifica: 2017-04-21T11:00:00+00:00 da francesca

© Riproduzione Riservata
Tags