In evidenza

I 5 libri capaci di far innamorare i bambini della letteratura

I 5 libri capaci di far innamorare i bambini della letteratura

Oggi, in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, vogliamo dedicare uno spazio ai piccoli lettori ricordando alcuni libri che hanno fatto innamorare i bambini della lettura facendoli diventare, poi, grandi lettori in età adulta…

MILANO – Il dilemma è sempre lo stesso: “Lettori si nasce, o si diventa?”. Nessuno è mai riuscito a trovare risposta ma la questione, ancora oggi, divide moltissimo: gli appassionati di lettura che non si capacitano di come mai il numero delle persone che non leggono continuano ad aumentare, e dall’altra parte, i non-lettori che non comprendono cosa ci possa essere di cosi fantastico nel mondo dei libri. Sono state fatte molte indagini a riguardo e alcune hanno appurato che il fatto che molti adulti non leggono è da ricollocarsi ai tempi della scuola quando si veniva ‘costretti’ a leggere libri. Che sia vero oppure no, forse, come in tutti i rapporti, è solo questione di feeling. Magari bisogna trovare il libro giusto. Oggi, in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, vogliamo dedicare uno spazio ai piccoli lettori ricordando grazie all’Huffington Post, alcuni libri che hanno fatto innamorare i bambini della lettura facendoli diventare, poi, grandi lettori in età adulta. E voi, vi ricordate qual è il vostro libro di esordio?

CUORE di Edmondo De AmicisUn grande capolavoro della letteratura per ragazzi, il romanzo “Cuore” di Edmondo De Amicis è stato pubblicato per la prima volta nel 1886 e non ha ancora smesso di riscuotere successo tra i più giovani. La storia è ambientata a Torino negli anni dell’Unità d’Italia e questo testo ha lo scopo piuttosto evidente di insegnare ai ragazzi quelle virtù considerate civili come l’amore per la patria; il rispetto per le autorità e per i genitori; lo spirito di sacrificio, la carità e la pietà. Il libro, anche se ricco di quel buonismo tanto caro alla retorica risorgimentale,  risulta scorrevole alla lettura e la motivazione è che il narratore è rappresentato da un bambino di scuola elementare che riporta in forma diaristica episodi separati tra loro, e dunque molto brevi e agevoli per chi si presta per la prima volta alla lettura, e di facile comprensione, per via del linguaggio adatto ai più.

 

IL MAGO DI OZ di Lyman Frank Baum – Quattordici anni dopo “Cuore”, in America veniva pubblicato “Il mago di Oz” e ben presto fu tradotto e conosciuto in tutto il resto del mondo. Pubblicato e ripubblicato numerosissime volte, “Il mago di Oz” con la sua prosa interessante e le splendide immagini di accompagnamento ha catturato l’attenzione di moltissimi ragazzi. Forse l’atmosfera sognate e fantastica o forse i personaggi che popolano questo romanzo sono le cause dell’enorme successo e degli innumerevoli apprezzamenti espressi. La piccola Dorothy, vittima di un violento ciclone, viene trasportata dal Kansas al fantastico mondo di Oz dove incontra uno spaventapasseri, un boscaiolo di latta e un leone vigliacco. I quattro protagonisti partirono alla ricerca del mago di Oz, l’unico in grado di esaudire i loro desideri che sono rispettivamente un cervello per lo spaventapasseri; un cuore per l’uomo di latta e il coraggio per il leone. Il loro viaggio sarà pieno di ostacoli e chissà se Dorothy riuscirà a tornare a casa…

IL PICCOLO PRINCIPE di Antoine de Saint-ExupéryNel 1943 veniva pubblicato un racconto poetico che ha fatto innamorare della letteratura i ragazzi di tutto il mondo: “il piccolo principe”. Un’opera che affronta temi importantissimi come il senso della vita, l’amicizia e l’amore, ma che grazie alle tenere immagini e grazie all’abilità dell’autore non risultano noiosi o di difficile comprensione. Ogni capitolo di questo breve libro illustrato racconta un diverso incontro che il piccolo principe fa con vari personaggi su bizzarri pianeti e ogni situazione lascia il piccolo principe stupito e quasi sconcertato dalla stranezza delle “persone adulte”. Le numerose allegorie della società moderna vengono adattate ad un linguaggio semplice immediato, capace di generare spunti di riflessione soprattutto negli studenti più piccoli. Un racconto fantastico che costituisce una sorta di educazione sentimentale. Le immagini degli acquerelli naif che accompagnano il ragazzo nella lettura rimangono indelebili nella memoria e pensare che fu lo stesso autore ad occuparsene ci fa comprendere quanta cura sia necessaria perché un libro resti scolpito nei cuori delle persone.

DIARIO DI UNA SCHIAPPA di Jeff Kinney Proseguendo nella nostra linea del tempo, uno dei libri più venduti tra i più giovani è sicuramente “Diario di una schiappa”, pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 2007. Questo romanzo per ragazzi racconta le disavventure di Gregory Heffley, un ragazzo di undici anni. E’ lo stesso protagonista a raccontare le sue sfortunate avventure in un diario che definisce “giornale di bordo”. Gregory ha un piano ben preciso, infatti, decide di scrivere il suo diario perché è sicuro che da grande sarà ricco e famoso, ed è anche sicuro che prima o poi verrà intervistato e dovrà rispondere a quelle noiose domande sull’infanzia  che i giornalisti rivolgono sempre  alle persone importanti. Quindi decide di scrivere il suo diario, frequenta la prima media e anche se considera la scuola come una delle cose più stupide che siano mai state inventate non può negare che gli episodi che gli si presentano di fronte agli occhi sono degni di essere ricordati. Un libro ironico e divertente che è diventato un best seller con 60 milioni di copie vendute.

HUNGER GAMES di Suzanne CollinsUn anno dopo usciva il primo libro della celebre trilogia degli “Hunger games”. Questo ciclo di romanzi di fantascienza è ambientato in Nord America in un futuro post apocalittico. La protagonista si chiama Katniss e ha sedici anni, vive a Panem, nazione divisa in più distretti e governata da un regime totalitario che assoggetta la popolazione. In passato qualcuno ha tentato di ribellarsi e proprio per questo motivo ogni anno in ciascun distretto vengono scelti un ragazzo e una ragazza tra i dodici e i diciotto anni per partecipare agli Hunger Games, il combattimento mortale seguito in televisione dai telespettatori a casa. Un solo combattente sopravvivrà, alla fine dei giochi ci sarà solo un vincitore. In questo mondo malato, la protagonista del primo libro della serie si offrirà volontaria per partecipare alla settantaquattresima edizione dei giochi. Una trilogia distopica e appassionante, che ha incuriosito e intrattenuto tantissimi ragazzi di tutte le età.

 

I 5 libri capaci di far innamorare i bambini della letteratura ultima modifica: 2017-11-20T09:02:00+00:00 da developer

© Riproduzione Riservata
Tags