Aforismi

Giovanni Boccaccio, le 10 frasi più belle tratte da ”Il Decameron”

Giovanni Boccaccio, le 10 frasi più belle tratte da ''Il Decamerone''

Il Decamerone o Decameron è una raccolta di cento novelle scritta da Giovanni Boccaccio nel XIV secolo……

MILANO – Il Decamerone o Decameron (composta dal greco antico δέκα, déka, ‘dieci’, ed ἡμερών, hēmeròn ‘giorni’, con il significato di ‘opera di dieci giorni’) è una raccolta di cento novelle scritta da Giovanni Boccaccio nel XIV secolo, probabilmente tra il 1349 (anno successivo alla peste nera in Europa) e il 1351 (secondo la tesi di Vittore Branca) o il 1353 (secondo la tesi di Giuseppe Billanovich). Il libro narra di un gruppo di giovani, sette donne e tre uomini, che per dieci giorni si trattengono fuori da Firenze per sfuggire alla peste nera che in quel periodo imperversava nella città. In occasione dell’anniversario della scomparsa del suo autore, vi proponiamo i 10 passaggi tratti da quella che viene considerata come una delle opere più importanti della letteratura del Trecento europeo.
 .

“Ed abbi questo per certo, che colei sola è casta la quale o non fu mai da alcuno pregata o, se pregò, non fu esaudita.”

 .

“Vien dunque, Amor, cagion d’ogni mio bene, d’ogni speranza e d’ogni lieto effetto; cantiamo insieme un poco, non de’ sospir né delle amare pene ch’or più dolce mi fanno il tuo diletto, ma sol del chiaro foco, nel quale ardendo in festa vivo e ‘n gioco, te adorando come un mio idio.”

.

“Gli uomini sono delle femine capo e senza l’ordine loro rade volte riesce alcuna nostra opera a laudevole fine.”

 .

“Già erano gli anni della fruttifera incarnazione del Figliuolo di Dio al numero pervenuti di milletrecentoquarantotto, quando nella egregia città di Fiorenza, oltre a ogn’altra italica bellissima, pervenne la mortifera pestilenza.”

 .

“Lidia s’innamorò forte, tanto che né dì né notte che in altra parte che con lui aver poteva il pensiere.”

.

“Io voglio avanti uomo che abbia bisogno di ricchezza che ricchezza che abbia bisogno d’uomo.”

.

“Solo la miseria è senza invidia.”

 .

“Nella noia tanto rifrigerio già mi porsero i piacevoli ragionamenti d’alcuno amico e le sue laudevoli consolazioni, che io porto fermissima opinione per quelle essere avenuto che io non sia morto.”

.

“Se ami rettamente puoi fare solo il bene.”

 .

“I falli meritan punizione così i benefici meritan guiderdone oltre alla grazia e alla misericordia.”

 

Giovanni Boccaccio, le 10 frasi più belle tratte da ”Il Decameron” ultima modifica: 2017-06-16T09:10:44+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags