Biblioteche

Bogotá, la storia dell’uomo che salvava i libri dalla spazzatura

Bogotà (1)

Avere accesso ai libri può essere difficile per chi abita nei bassifondi di Bogotà, in Colombia. Ma c’è chi si è reso conto del problema…

MILANO – Avere accesso ai libri può essere difficile per chi abita nei bassifondi di Bogotà, in Colombia. Ma c’è chi si è reso conto del problema e ha trovato una soluzione. Parliamo di Josè Gutierrez che da vent’anni raccoglie libri dalla spazzatura. Nel corso del tempo è arrivato a raccogliere oltre ventimila volumi, riuscendo a dar così vita a una biblioteca consistente. “Il primo libro che ho trovato – racconta Gutierrez in un’intervista a AJ+ – è stato ‘Anna Karenina‘ di Lev Tolstoj, e quel piccolo libro ha acceso in me una fiamma che non ha più smesso di bruciare”.

L’INVENZIONE PIÙ GRANDE – “Per me, i libri sono la più grande invenzione e la cosa migliore che possa accadere a un essere umano”, ha detto Gutierrez, che ha una scarsa educazione scolastica ma un grandissimo amore per i libri, trasmessogli da sua madre, che la sera lo faceva addormentare leggendogli le storie. Ma, come dicevamo, avere accesso ai libri è piuttosto difficile a Bogotà, una città con oltre 8 milioni di abitanti e con solo 19 biblioteche, per di più situate nei pressi dei quartieri ricchi. Inoltre comprare libri è un lusso che non si può permettere la stragrande maggioranza della popolazione.

IL SIGNORE DEI LIBRI – Gutierrez ormai è conosciuto come “il Signore dei Libri” da tutti i bambini che amano leggere e si rivolgono a lui per riceverli. Riceve sempre più libri in donazione da persone che sono venute a sapere del suo nobile progetto. Il primo piano della sua piccola casa a Bogotà è diventato una biblioteca comunitaria stracolma di libri, perché “I libri sono la nostra salvezza e sono ciò di cui la Colombia ha bisogno”.

PHOTO CREDITS: Gonzo Today

Bogotá, la storia dell’uomo che salvava i libri dalla spazzatura ultima modifica: 2017-03-06T11:12:47+00:00 da francesca

© Riproduzione Riservata
Tags