Aforismi

Ludwig van Beethoven, le frasi e gli aforismi più celebri


In occasione del 247° anniversario di nascita del grande compositore tedesco Ludwig Beethoven, abbiamo selezionato per voi alcuni dei suoi aforismi più celebri …

MILANO – Il più grande compositore di musica classica è nato a Bonn il 16 o 17 dicembre del 1770 ed è morto a Vienna il 26 marzo 1827. Oggi sono passati esattamente 247 anni dalla sua nascita. Per ricordarlo, vi proponiamo i suoi aforismi più celebri.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi di Ludwig van Beethoven !

 

La musica è una rivelazione più profonda di ogni saggezza e filosofia. Chi penetra il senso della mia musica potrà liberarsi dalle miserie in cui si trascinano gli altri uomini.”

 

“Arte! Chi la può comprendere? A chi una persona si può rivolgere per attirare l’attenzione di questa grande dea?”

 

“La musica deve far sprizzare il fuoco dallo spirito degli uomini.”

 

“La musica è la mediatrice tra la vita spirituale e la vita sensuale.”

 

“Credete che pensi a un dannato violino, quando lo Spirito mi parla e scrivo ciò che mi detta?”

 

“Io non scrivo ciò che preferirei scrivere, scrivo per il denaro di cui ho bisogno. Ma non è detto che scriva solo per denaro, così spero di scrivere infine ciò che per me e per l’arte è la cosa più grande: il Faust.”

 

“Non v’è regola che non si possa infrangere in favore dello Schöner.”

 

“Il mio cuore batte tutto per la profonda e grande arte di Johann Sebastian Bach, questo patriarca dell’armonia.”

 

 

“L’arte, che è sacra non dovrebbe mai lasciarsi disonorare sino alla follia d’un così scandaloso soggetto.”

 

“L’amore vuole tutto e ha ragione.”

 

Ludwig van Beethoven, le frasi e gli aforismi più celebri ultima modifica: 2017-12-17T09:02:38+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags