Biografie

Accadde oggi – 7 luglio. Ricorre l’anniversario della scomparsa di Arthur Conan Doyle

Accadde oggi - 7 luglio. Ricorre l'anniversario della scomparsa di Arthur Conan Doyle

Il mondo delle lettere ricorda oggi l’anniversario della scomparsa dello scrittore scozzese Arthur Conan Doyle, fondatore di diversi generi letterari…

MILANO  – Oggi ricorre l’anniversario della scomparsa di Sir Arthur Ignatius Conan Doyle, scrittore scozzese, considerato, insieme ad Edgar Allan Poe, il fondatore di due generi letterari come il giallo e il fantastico.

.

LA VITA – Sir Arthur Conan Doyle nacque ad Edimburgo nel 1859. Si laureò in medicina all’Università di Edimburgo. In questo periodo pubblicò la sua prima opera ‘Il mistero di Sasassa Valley’, racconto del terrore venduto al Chambers Journal. In campo scientifico e professionale pubblicò il suo primo articolo medico, relativo a un sedativo che sperimentò su di sé. Nel 1880 Arthur Conan Doyle vendette a The London Society la storia ‘Il racconto dell’americano’, su una mostruosa pianta originaria del Madagascar che si ciba di carne umana. Un anno dopo iniziò a lavorare presso l’ospedale di Edimburgo, dove conobbe il dottor Joseph Bell, di cui per un breve periodo, prima di laurearsi, divenne assistente. Il brillante e freddo dottor Bell ispirò a Doyle il fortunato personaggio di Sherlock Holmes, che ha così, almeno nelle origini, un legame con il medical thriller.
.
SHERLOCK HOLMES – Dopo gli studi Doyle cominciò a scrivere le avventure di Holmes. In breve le storie di questo personaggio iniziarono a riscontrare discreto successo presso il pubblico britannico. Il primo romanzo del noto detective fu ‘Uno studio in rosso’, pubblicato sullo Strand Magazine. Nel romanzo il narratore è il buon Dottor Watson , che in un certo senso rappresenta l’autore stesso , il quale presenta Holmes e la sottile scienza della deduzione. A questa prima opera fece seguito ‘Il segno dei quattro’, opera che valse a Arthur Conan Doyle e al suo Holmes enormi successi, tanto da non avere eguali nella storia della letteratura poliziesca. Doyle non legò mai abbastanza con il suo personaggio più popolare, che odiava perché divenuto più famoso di lui. Era di fatto più attirato da altri generi letterari, come l’avventura o il fantastico.
.
.
FANTASY E GIALLO DEDUTTIVO – Con la sua vastissima produzione letteraria, Doyle, assieme a Edgar Allan Poe, è considerato il fondatore di ben due generi letterari: il giallo e il fantastico. In particolare Doyle è il padre e maestro assoluto di quel sottogenere definito ‘giallo deduttivo’, reso famoso grazie a Sherlock Holmes,  che però ha costituito solo una frazione della sua enorme produzione, che ha spaziato dall’avventura alla fantascienza, dal soprannaturale ai temi storici. L’argomento a cui lo scrittore scozzese dedicò gli ultimi anni della sua vita fu lo spiritismo. A causa dei controversi contenuti che lo studio del tema portò con sé, questa attività non diede a Doyle i riconoscimenti che in qualità di studioso si attendeva. Morì il 7 luglio 1930, all’età di 71 anni.
.
Accadde oggi – 7 luglio. Ricorre l’anniversario della scomparsa di Arthur Conan Doyle ultima modifica: 2017-07-07T09:00:00+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags