Biografie

Accadde oggi – 6 ottobre. Ricorre l’anniversario della scomparsa di Alfred Tennyson

Accadde oggi – 6 ottobre. Ricorre l'anniversario della scomparsa di Alfred Tennyson

Nel 1892, ad Haslemere, moriva uno dei più noti poeti inglesi: Alfred Tennyson, autore di “Idylls of the King”, raccota di poesie basate su Re Artù…

 

MILANO – Nel 1892, ad Haslemere, moriva uno dei più noti poeti inglesi: Alfred Tennyson. Una delle opere più famose di Tennyson sono gli Idilli del re (Idylls of the King) (1885), una raccolta di poesie interamente basate su Re Artù e sul ciclo bretone, tema ispiratogli dai racconti che Sir Thomas Malory aveva precedentemente scritto sul leggendario sovrano. L’opera fu dedicata al Principe Alberto, marito della regina Vittoria. Nel corso della sua carriera Lord Tennyson si cimentò anche nella composizione di drammi teatrali, ma in questo campo i suoi lavori riscossero uno scarso successo.

IL POETA DI ORIGINI NOBILI – Il futuro poeta Alfred Tennyson è discendente del re Edoardo III d’Inghilterra: il padre George Clayton Tennyson era il maggiore di due fratelli, in gioventù era stato diseredato dal padre – il proprietario terriero George Tennyson – in favore del fratello minore Charles, che in seguito prende il nome di Charles Tennyson d’Eyncourt. Il padre George è perennemente a corto di soldi e finisce per diventare alcolizzato e mentalmente instabile.

LA CARRIERA LETTERARIA – Per uno dei suoi primi scritti, ispirato alla città di Timbuctù, riceve un premio nel 1829. L’anno dopo pubblica la sua prima raccolta di poesie, ‘Poems Chiefly Lyrical’ (Poesie soprattutto liriche): nel volume sono incluse ‘Claribel’ e ‘Mariana’, due delle più note ed apprezzate poesie di Alfred Tennyson. I suoi versi appaiono eccessivamente sdolcinati alla critica, tuttavia diventano talmente popolari che Tennyson viene portato all’attenzione di alcuni dei letterati più noti dell’epoca, tra i quali Samuel Taylor Coleridge.

LA SIGNORA DI SHALOTT – Nel 1833 Alfred pubblica il suo secondo libro di poesie il quale che comprende il suo poema più celebre ‘The Lady of Shalott’ (La signora di Shalott): è la storia di una principessa che può guardare il mondo solo attraverso il riflesso di uno specchio. Quando Lancillotto arriva a cavallo vicino alla torre in cui è rinchiusa, lei lo guarda e il suo destino si compie: muore dopo essere salita su una piccola barca, sulla quale discende il fiume, che porta il suo nome scritto sulla poppa. La critica si scaglia in modo molto duro contro quest’opera: Tennyson continua comunque a scrivere, ma rimane tanto scoraggiato che bisognerà attendere oltre dieci anni per la pubblicazione di un altro scritto.

IL SUCCESSO – Alfred Tennyson raggiunge l’apice della carriera letteraria nell’anno 1850, quando viene nominato ‘Poeta Laureato’ succedendo a William Wordsworth. Nello stesso anno scrive il suo capolavoro ‘In Memoriam A.H.H.’ – dedicato allo scomparso amico Hallam – e sposa Emily Sellwood che aveva conosciuto sin da giovane nel villaggio di Shiplake. Dalla coppia nasceranno i figli Hallam e Lionel.

LE MASSIME DI TENNYSON – In Inghilterra, Tennyson, è molto noto anche per le sue massime che sono oramai entrati nel linguaggio comune, come:

 

  • ‘Nature, red in tooth and claw’ – (La Natura, rossa di zanne e d’artigli)
  • ‘Better to have loved and lost, Than never to have loved at all.’ – (È meglio aver amato, e perso /Che non aver mai amato)
  • ‘My strength is as the strength of ten, Because my heart is pure’ – (La mia forza è come la forza di dieci uomini, perché il mio cuore è puro)

 

Accadde oggi – 6 ottobre. Ricorre l’anniversario della scomparsa di Alfred Tennyson ultima modifica: 2017-10-06T09:00:05+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags