Biografie

Accadde oggi – 30 settembre. Si celebra l’anniversario di nascita di Truman Capote

Accadde oggi - 30 settembre. Si celebra l'anniversario di nascita di Truman Capote

Oggi il mondo delle lettere celebra l’anniversario di nascita del giornalista, scrittore e sceneggiatore Truman Capote…

MILANO – Il mondo delle lettere celebra oggi l’anniversario di nascita del giornalista, scrittore e sceneggiatore Truman Capote. In questa stessa data, nel 2003 si spegneva Oreste Del Buono, ricordato per aver sdoganato il fumetto, dandogli piena dignità formale e sostanziale.


TRUMAN CAPOTE
– Truman Capote nacque nel 1924 a New Orleans. Crebbe in Alabama, a Monroeville, accudito dai parenti che lo presero in cura dopo il divorzio dei genitori. L’infanzia del piccolo Truman fu poco felice, allietata soltanto dall’affetto di Harper Lee, sua amica del cuore, che divenne a sua volta celebre come scrittrice grazie al libro vincitore del Premio Pulitzer ‘Il buio oltre la siepe’. Dopo la scuola, Truman si trasferì a New York, dove assunse il cognome di Joe Capote, suo patrigno. Nel frattempo, alcuni suoi racconti vennero pubblicati sull’ ‘Harper’s Bazaar’ e sul ‘Southern Gothic Novelist’. Un successo inaspettato arrivò con ‘Miriam’, edito da una rivista femminile, che gli aprì le porte dei salotti mondani della Grande Mela. Fu questo l’inizio di una vita segnata dagli eccessi, aggravata da un carattere difficile e dall’ostentazione della propria omosessualità. Con il romanzo ‘Preghiere esaudite’, peraltro mai completato,iniziò la vera parabola discendente nella carriera dello scrittore. Pensato come un libro di carattere proustiano, una sorta di ritratto del nulla delle vicende che coinvolgono i divi della New York del tempo, ‘Preghiere esaudite’ fece perdere a Capote tutte le sue amicizie. Lo scrittore iniziò così a vestire i panni di un moderno Oscar Wilde. Trascorse l’ultima parte della sua vita circondato da uomini che miravano unicamente al suo denaro, disinteressandosi di lui. Entrato in una profonda fase depressiva in seguito all’abbandono del suo ultimo compagno di vita, cercò per ben due volte di disintossicarsi, senza però ottenere risultati. Capote morì il 25 agosto 1984 a causa di una cirrosi epatica.

ORESTE DEL BUONO – Oreste Del Buono nacque l’8 marzo 1923 all’Isola d’Elba. Fin da piccolo svolse attività culturali a tutto campo. Scrittore, giornalista, critico e consulente editoriale, esordì nel 1945 con il libro ‘Racconto d’inverno’, romanzo in cui descrisse la sua esperienza di deportato in un lager nazista. Nei testi successivi affrontò le ragioni di quella che definì come la sconfitta storica della sua generazione: ecco allora ‘Per pura ingratitudine”, ‘I peggiori anni della nostra vita’, ‘Tornerai’, ‘La talpa di città’, ‘La nostra classe dirigente’, ‘Amici, amici degli amici, maestri’. Saggista polemico e graffiante, Del Buono fu anche un grande traduttore letterario. Nel suo carnet si contano oltre 190 opere tradotte di scrittori del calibro di Proust, Flaubert, Maupassant, Stevenson e Oscar Wilde. Fu inoltre curatore di antologie del genere poliziesco, di cui era grande appassionato e profondo conoscitore. Dal 1971 al 1981 diresse la rivista di fumetti ‘Linus’, attraverso la quale fece scoprire il genio di Schulz e i suoi Peanuts, e diventando così una fucina dei grandi disegnatori nazionali e internazionali. Uno dei maggiori meriti di Del Buono fu proprio quello di aver ‘sdoganato’ il fumetto, di avergli dato dignità formale e sostanziale, non solo selezionando i migliori e più maturi esponenti del genere, ma anche facendogli concretamente muovere i primi passi fuori dal ghetto culturale in cui era stato relegato sin dagli anni Sessanta.

 

Accadde oggi – 30 settembre. Si celebra l’anniversario di nascita di Truman Capote ultima modifica: 2017-09-30T09:00:49+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags