Biografie

Accadde oggi – 3 settembre. Nel 1962 moriva il poeta Edward Estlin Cummings, mentre nel 1940 nasceva Eduardo Galeano

Accadde oggi - 3 settembre. Nel 1962 moriva il poeta Edward Estlin Cummings, mentre nel 1940 nasceva Eduardo Galeano

Il mondo delle lettere ricorda la scomparsa del poeta statunitense E.E. Cummings e celebra l’anniversario di nascita dello scrittore Eduardo Galeano…

MILANO – Il mondo delle lettere ricorda la scomparsa del poeta statunitense E.E. Cummings e celebra l’anniversario di nascita dello scrittore uruguagio Eduardo Galeano.

EDWARD CUMMINGS – Edward Estlin Cummings nacque il 14 ottobre 1894 nel Massachusetts. Il padre, professore di sociologia e scienze politiche ad Harvard, incoraggiò sin da subito le inclinazioni letterarie e poetiche del figlio. Studiò presso l’università di Harvard, dove, nel 1916, si laureò con lode in inglese e studi classici. Durante il periodo universitario continuò a coltivare la sua passione per la poesia, analizzando la scrittura di Gertrude Stein e Ezra Pound. Nel 1917, allo scoppio della Prima guerra mondiale decise di arruolarsi, ma un errore amministrativo lo costrinse a soggiornare a Parigi per cinque settimane. Nacque così il suo viscerale amore per la capitale francese, nella quale tornò spesso. Edward raccontò l’esperienza della prigionia nel romanzo autobiografico ‘La stanza enorme’. Nel romanzo descrissse tutti i personaggi che aveva incontrato durante i tre mesi di prigionia, ironizzando sulle conseguenze di un’applicazione troppo pedante e cieca delle regole.

POETA D’AVANGUARDIA – Rientrò a casa nel capodanno del 1917, ma venne subito richiamato alle armi. Prestò così servizio nella XII divisione di Camp Devens fino al novembre del 1918. Dal 1921 al 1923 visse Parigi, poi rientrò definitivamente negli Stati Uniti. Non smise mai di viaggiare, incrociando durante le sue peregrinazioni diversi personaggi tra cui Pablo Picasso. La sua concentrazione sull’attività poetica venne favorita da un terribile incidente nel quale il padre perse la vita. Il dolore per la grave perdita gli fece comprendere di doversi concentrare sulle cose davvero importanti, che per lui erano i versi della sua poesia. Pubblicò in questo periodo molte opere poetiche.  E. E. Cummings era un poeta d’avanguardia, che usava spesso forme tradizionali come il sonetto. Anche le tematiche erano classiche: le sue poesie trattavano spesso dell’ amore, del rapporto dell’uomo con la natura e del rapporto tra il singolo individuo e la massa.

L’ATTIVITA’ LETTERARIA – L’influenza di correnti come il dadaismo e il surrealismo, a cui si avvicinò durante i soggiorni parigini, fece nascere in lui un certo rifiuto della sintassi tradizionale. Come per Ezra Pound, anche per Edward la poesia aveva una natura pittrografica. Nel suo testo sia le lettere che i segni di interpunzione acquistarono un significato anche dal punto di vista ritmico. La sua passione innovatrice per le parole lo indusse a crearne continuamente di nuove, fondendo insieme nomi propri, avverbi, preposizioni e sostantivi comuni. La sua idea dell’intima vitalità delle lettere rovesciò sulle parole tanti diversi significati, aumentati e potenziati da frequenti giochi di parole. Risiedette sin dal 1924 al Greenwich Village, spostandosi solo per i suoi numerosi viaggi. Dal 1932 visse una storia d’amore stabile con la sua terza compagna, la fotografa e modella Marion Morehouse. I due collaborarono insieme anche ad un testo, ‘Adventure in Value’, che conteneva le foto di Marion accompagnate dalle parole di commento di Edward. Nel periodo successivo alla Seconda guerra mondiale molti giovani poeti trovarono in Cummings la loro guida. Edward cominciò a ricevere una serie di riconoscimenti, e nel 1952 l’Università di Harvard gli concedette una cattedra di professore onorario. Trascorse l’ultimo periodo della sua vita viaggiando, svolgendo incarichi come lettore e ritagliandosi momenti di riposo estivi nella sua residenza del New Hampshire. Edward Estlin Cummings morì all’età di 67 anni nel 1962 per un arresto cardiaco.

EDUARDO GALEANO – Giornalista e scrittore uruguayano, ha iniziato, da giovane, l’attività giornalistica. Dal 1973 è vissuto in esilio in Argentina e in Spagna. All’inizio del 1985 è tornato nel suo Paese, dove ha vissuto fino alla fine dei suoi giorni. È autore di numerosi libri, tradotti in varie lingue, che violano spesso le frontiere tra i generi letterari mescolando il racconto e il saggio, la poesia e la cronaca. Nel 1985 è rientrato in Uruguay dopo un esilio di dodici anni in Argentina e in Spagna. Con la trilogia Memoria del fuoco ha ricevuto nel 1998 l’American Book Award. Ha ricevuto premi prestigiosi in America Latina, Stati Uniti, Europa.  Tra i suoi libri A testa in giù, Memorie di fuoco, Le labbra del tempo, Il libro deglia abbracci e Specchi. Eduardo Galeano si spegne a Montevideo, il 13 aprile 2015.

 

Accadde oggi – 3 settembre. Nel 1962 moriva il poeta Edward Estlin Cummings, mentre nel 1940 nasceva Eduardo Galeano ultima modifica: 2017-09-03T09:00:41+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags