Biografie

Accadde oggi – 3 ottobre. Nel 1925 nasceva lo scrittore americano Gore Vidal

Il 3 ottobre 1925, nasceva lo scrittore Gore Vidal

Il mondo delle lettere celebra oggi l’anniversario di nascita di personalità illustri della letteratura mondiale: Henri Fournier, Louis Aragon e Gore Vidal …

MILANO – Il mondo delle lettere celebra oggi l’anniversario di nascita di tre personalità illustri della letteratura mondiale. Parliamo di Henri-Alban Fournier, scrittore francese, autore di un solo romanzo che gli permise tuttavia di essere annoverato tra i grandi letterati del primo Novecento, Louis Aragon, poeta e scrittore, anch’egli di nazionalità francese, e Gore Vidal, scrittore, saggista, sceneggiatore e drammaturgo statunitense.

HENRI ALBAN FOURNIER – Henri-Alban Fournier, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Alain-Fournier, nacque a La Chapelle-d’Angillon nel 1886. Figlio di insegnanti, terminati gli studi decise di iscriversi all’accademia navale. Ben presto però abbandonò l’idea e si ritirò dalla scuola. Proprio durante questi anni si legò alla figura di Jacques Rivière, suo amico sino alla morte, con la quale intraprese una fitta corrispondenza. Nel giugno del 1905 Alain-Fournier incontrò l’unico, grande amore della sua vita, Yvonne Quiévrecourt. La donna divenne la musa ispiratrice della sua unica opera realmente compiuta, trasfigurata nel personaggio femminile di Yvonne de Galais, protagonista del suo romanzo. L’incontro tra i due fu molto breve ma folgorante. Sino al 1909 dovette prestare il servizio militare. Nel 1910 fece rientro a Parigi, trovando un posto da redattore al Paris-Journal. L’esperienza al noto quotidiano parigino non durò a lungo. Fournier lasciò la redazione appena due anni dopo, nel 1912, per dedicarsi alla politica, suo grande amore. Divenne segretario del politico Casimir Perrier e, contemporaneamente, cominciò a scrivere il suo capolavoro ‘Le Grand Meaulnes’, fortemente ispirato agli eventi che lo avevano riguardato dall’infanzia sino all’età adulta. La testata ‘Nouvelle Revue Française’ si appassionò al suo romanzo e decise di pubblicarlo, come feuilleton, un po’ alla volta, a puntate. Verso la fine del 1913 poi, il romanzo, nella sua interezza, venne pubblicato dall’editore Emile-Paul. Alain-Fournier morì in una battaglia della Prima Guerra Mondiale il 22 settembre 1914.

LOUIS ARAGON – Louis Aragon nacque a Parigi nel 1897. Dopo aver preso parte al dadaismo, fondò il movimento surrealista insieme ad André Breton e Philippe Soupault. Nella sua fase surrealista scrisse le raccolte di poesie ‘Fuoco di gioia’, ‘Moto perpetuo’, oltre al racconto fantastico ‘Il contadino di Paris’. Entrò a far parte, insieme ad alcuni membri del gruppo surrealista, del partito comunista francese, al quale rimase fedele fino alla morte. Dopo l’incontro con Elsa Triolet, scrittrice di origine russa, e dopo l’esperienza di alcuni soggiorni in Unione Sovietica, Aragon pubblicò romanzi di contenuto sociale e politico. Durante l’occupazione nazista partecipò alla resistenza svolgendo un’intensa attività politica e giornalistica clandestina. Una sua famosa poesia è l’affiche “Il manifesto rosso”, con la quale Aragon decise di omaggiare gli stranieri morti combattendo per la Francia. Aragon e Triolet collaborarono alla stampa francese di sinistra prima e durante la Seconda guerra mondiale, agendo in clandestinità durante l’occupazione nazista. Durante l’occupazione tedesca della Francia nella Seconda guerra mondiale, scrisse per Les Éditions de Minuit, una casa editrice clandestina. Aragon morì il 24 dicembre 1982, vegliato dal suo amico Jean Ristat. Sepolto nel parco del Moulin de Villeneuve, giace al fianco della sua compagna Elsa.

GORE VIDAL – Gore Vidal nacque come Eugene Luther Vidal nel 1925 a West Point. Avviatosi inizialmente ad una carriera politica, divenne poi una delle voci più attente e ascoltate d’America, grazie al suo inesauribile talento. Vidal visse la seconda guerra mondiale molto da vicino, e ne rimase profondamente segnato. La voce della letteratura che tanto scalpitava dentro di lui ebbe modo di emergere soprattutto nella stesura del primo, importante romanzo, quel ‘Williwaw’ molto apprezzato dalla critica. E non solo per il precoce esordio ma per la già grandissima qualità del suo stile e delle tematiche trattate. Personalità travolgente e controcorrente, Vidal si fece sempre portavoce dei diritti civili e delle minoranze. Con il tempo, anche forte del celebre outing da lui fatto in prima persona, si trasformò in portavoce dei gay. Dopo lo scandalo della pubblicazione nel 1947 di ‘The city and the Pillar’, romanzo dichiaratamente omosessuale, Gore Vidal tentò la strada del teatro, scrivendo diverse pièce di successo. Si candidò al Senato e al Congresso e divenne un attivissimo commentatore politico. Gore Vidal fu anche autore di romanzi gialli, firmati con lo pseudonimo di Edgar Box e ha vinto nel 1993 il National Book Award con la sua raccolta di saggi ‘United States Essays’ 1952-1992. Gore Vidal è morto il 31 luglio 2012 a Los Angeles all’età di 86 anni.

 

 

Accadde oggi – 3 ottobre. Nel 1925 nasceva lo scrittore americano Gore Vidal ultima modifica: 2017-10-03T09:00:23+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags