Biografie

Accadde oggi – 3 maggio. Ricorre l’anniversario di nascita di Niccolò Machiavelli

Accadde oggi - 3 maggio. Ricorre l'anniversario di nascita di Niccolò Machiavelli

Il mondo delle lettere celebra oggi l’anniversario di nascita del celebre filosofo e scrittore italiano Niccolò Machiavelli …

MILANO – Scrittore e uomo politico italiano, Niccolò Machiavelli fu Segretario della Repubblica fiorentina dal 1498 al 1512, fino alla restaurazione della Signoria dei Medici. “Il principe” di Niccolò Machiavelli è considerato uno dei trattati di politica più importanti mai scritti. In occasione dell’anniversario della sua nascita ripercorriamo le fasi più importanti della sua vita.

LEGGI ANCHE: Ecco alcune celebri frasi di Machiavelli

LA VITA  – Niccolò Machiavelli nasce a Firenze nel 1469. La prima notizia certa su Machiavelli risale al 1498: in una lettera esprime duri giudizi sull’operato politico di Savonarola. Nello stesso anno è nominato secondo segretario della Cancelleria della Repubblica, incarico non particolarmente importante, ma che gli permette di entrare nella vita politica attiva. Per le sue qualità d’ingegno, viene inviato fuori Firenze in missioni all’estero. Si reca più volte in Francia, alla corte di Luigi XII, è inviato presso Cesare Borgia, presso l’esercito fiorentino che assediava Pisa, presso il papa, presso l’imperatore Massimiliano in Germania. Frutto di queste missioni diplomatiche sono varie relazioni nelle quali elabora delle analisi politiche approfondite e acute, insieme ad alcuni consigli che rivolge al governo di Firenze. Il suo impegno nei confronti dello stato fiorentino fu finalizzato a dotare la città di un esercito proprio e di non avvalersi più dei mercenari, convinto che la situazione in cui versava l’Italia, richiedesse un nuovo tipo di politica. Nel 1512 espulsi i francesi, alleati della repubblica fiorentina, a Firenze rientrano i Medici. Questo segna la fine della carriera politica di Machiavelli. Viene confinato per un anno nella villa dell’Albergaccio, presso San Casciano. Alla scoperta di una congiura contro i Medici, Machiavelli viene arrestato e torturato, perchè sospettato di complicità. Nel 1527 dopo la cacciata dei Medici da Firenze, a seguito del sacco di Roma da parte delle truppe di Carlo V, Machiavelli cerca invano di mettersi al servizio della restaurata repubblica, presso la quale sospetto per la sua condotta con i Medici. Nello stesso anno Niccolò Machiavelli muore.

LEGGI ANCHE: Il ”Principe” di Machiavelli, 500 anni e non dimostrarli

LE OPERE – Tra le opere più importanti di Niccolò Machiavelli ricordiamo: Legazioni, Commissarie, Scritti di governo, Rapporto delle cose di Francia. Tra il 1513 e il 1517 compose i Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio e Il Principe. Tra il 1519 e il 1521 scrisse Dell’arte della guerra.  In seguito pose mano alle opere di carattere storico: Vita di Castruccio Castracani da Lucca (1520) e le Istorie fiorentine (1520-1521), di cui compose solo i primi otto libri. Tra le opere letterarie si ricordano: Decennali (1504-1506), Dialogo intorno alla nostra lingua (1515), Mandragola (1518), Clizia (1524),Favola (o Novella di Belfagor Arcidiavolo), Istorie fiorentine. Tipico esempio di uomo rinascimentale: innovatore ma studioso del passato, libero nel pensiero, ha abbracciato la storia con una visione non particolaristica.

Accadde oggi – 3 maggio. Ricorre l’anniversario di nascita di Niccolò Machiavelli ultima modifica: 2017-05-03T09:15:33+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
ACQUISTA IL LIBRO "IL PRINCIPE" DI NICCOLO' MACHIAVELLI QUI
Tags