Biografie

Accadde oggi – 20 luglio. Ricorre l’anniversario di nascita di Francesco Petrarca

Accadde oggi - 20 luglio. Ricorre l'anniversario di nascita di Francesco Petrarca

Il mondo delle lettere ricorda la nascita di Francesco Petrarca, uno dei padri della letteratura italiana. Oggi ripercorriamo la sua produzione letteraria …

MILANO – Il mondo delle lettere ricorda la nascita di uno dei padri della letteratura italiana. L’impegno politico e civile di Petrarca, unito alla produzione letteraria lo portano ai primi posti tra i letterati del suo secolo.

.

FRANCESCO PETRARCA – Francesco Petrarca nacque il 20 luglio 1304 ad Arezzo da Ser Petracco, notaio esule da Firenze che faceva parte della fazione dei Bianchi. A causa dell’esilio del padre, Petrarca trascorse l’infanzia in Toscana. Nel 1311 la famiglia si trasferì a Carpentes, vicino Avignone. Malgrado le sue manifeste inclinazioni letterarie, venne mandato prima a Montpellier e poi a Bologna per studiare diritto civile. Fu proprio Bologna il luogo in cui Petrarca venne a contatto per la prima volta con la cultura italiana. Ben presto si accorse che le materie giuridiche non facevano al caso suo, e si dedicò allo studio di Cicerone e dei poeti antichi. Morto il padre, poco dopo il rientro in Provenza, Petrarca incontrò il 6 aprile 1327, venerdì santo, nella chiesa di Santa Chiara, Laura, la donna della quale si innamorò e per la quale compose numerosi capolavori letterari. Dalle sue opere apprendiamo che l’amore non poté compirsi perché la donna era già sposata. Studi successivi hanno rivelato che con tutta probabilità si trattava di Laura Noves, moglie di Ugo de Sade. A partire dal 1330 Petrarca si dedicò alla carriera ecclesiastica, abbracciando gli ordini minori. Prestò servizio come cappellano presso la famiglia del cardinale Giovanni Colonna, fratello di Giacomo Colonna, amico di Petrarca. Grazie ai Colonna, Petrarca ebbe modo di compiere numerosi viaggi in Europa.

.

L’IMPEGNO POLITICO – Oltre alla passione per la cultura classica e patristica, Petrarca si avvicinò molto al mondo della politica. Nel 1335 iniziò il suo carteggio con il Papa, volto a sedare alcune rivolte in Italia, ma anche a far tornare la sede pontificia da Avignone a Roma. Si trasferì poi a Valchiusa dove ebbe un figlio, Giovanni, che morì però in giovane età. Intorno al 1337 iniziò la realizzazione delle opere umanistiche più impegnate, che gli valsero l’incoronazione poetica. L’8 aprile 1341, per mano del senatore Orso dell’Anguillara venne incoronato in Campidoglio a Roma magnus poeta et historicus, e otteneva il privilegium laureae.Alla fine del 1343 ritornò, su incarico del Papa, a Napoli. Dopo vario peregrinare tra la Francia e l’Italia, nel 1351 rientrò stabilmente in Provenza. Nel 1353, in seguito a polemiche con l’ambiente ecclesiastico avignonese accolse l’invito di Giovanni Visconti a risiedere a Milano.

IL SOGGIORNO ITALIANO E LA MORTE – Per sfuggire all’epidemia di peste Petrarca fu costretto ad abbandonare il capoluogo lombardo e recarsi prima a Padova e poi a Venezia. Il soggiorno nella città lagunare fu turbato dall’attacco alla sua persona e alla sua opera da quattro filosofi averroisti. Amareggiato per l’indifferenza dei veneziani, si stabilì dapprima a Padova e poi ad Arquà. Colpito da una sincope, morì nella sua Arquà nella notte tra il 18 e il 19 luglio1374, secondo la leggenda, mentre analizzava un testo Di Virgilio.

.

IL CANZONIERE E LA POETICA DEL PETRARCA – Il Canzoniere è la storia in chiave poetica della vita interiore dell’autore stesso. La maggior parte delle rime del Canzoniere sono di argomento amoroso, mentre una minima parte è invece di argomento morale, religioso o politico. Fra le canzoni più celebri ricordiamo anche “Chiare, fresche et dolci acque” e tra i sonetti “Solo et pensoso”. La raccolta è stata divisa dagli editori in due parti: rime in vita e rime in morte di Madonna Laura. L’amore per Laura viene identificato e descritto come il puro sentimento che conduce a Dio, secondo una concezione mistica e teologica dell’amore equiparabile a quella di Dante nella Vita Nova e nella Divina Commedia. L’amore per Laura è il centro focale intorno cui ruota tutta la vita spirituale del poeta, per il quale tutte le esperienze di vita sono riconducibili in un modo o nell’altro alla letteratura. Ed è proprio grazie alla letteratura, intesa da Petrarca come vera e propria magistra vitae che hanno origine le prime lezioni dell’Umanesimo.

.

 

Accadde oggi – 20 luglio. Ricorre l’anniversario di nascita di Francesco Petrarca ultima modifica: 2017-07-20T09:00:00+00:00 da developer

© Riproduzione Riservata
Tags