Biografie

Accadde Oggi – 17 aprile. Ricorre l’anniversario della scomparsa di Gabriel Garcia Marquez

16042015165556_sm_11709

Il 17 aprile del 2014 moriva a Città del Messico Gabriel Garcia Marquez. Il suo capolavoro è ”Cent’anni di solitudine”…

MILANO – Il 17 aprile del 2014 moriva a Città del Messico Gabriel Garcia Marquez. Il suo capolavoro, ”Cent’anni di solitudine”, è considerato il secondo romanzo più importante in lingua spagnola dopo il ”Don Chisciotte”.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi dello scrittore !

.

GABRIEL GARCIA MARQUEZ –  Nasce il 6 marzo 1928 ad Aracataca, piccolo villaggio fluviale della Colombia. Figlio di Gabriel Eligio García, di professione telegrafista, e di Luisa Santiaga Márquez Iguarán, viene cresciuto nella città caraibica di Santa Marta (a circa 80 chilometri dal suo paese natale), allevato dai nonni (il colonnello Nicolás Márquez e la moglie Tranquilina Iguarán).

.
GLI STUDI – Dopo la morte del nonno (1936) si trasferisce a Barranquilla dove inizia gli studi. Nel 1947 inizia i suoi studi all’Universidad Nacional de Colombia di Bogotà; frequenta la facoltà di giurisprudenza e scienze politiche, e nello stesso anno pubblica il suo primo racconto ‘La tercera resignacion’ sulla rivista ‘El Espectator’. Presto abbandona lo studio di quelle materie che non lo affascinano. In seguito alla chiusura dell’Università Nazionale, nel 1948 si trasferisce a Cartagena dove inizia a lavorare come giornalista per ‘El Universal’.

 .
IL TRASFERIMENTO IN MESSICO – Dopo l’ascesa al potere di Fidel Castro, visita Cuba; inizia una collaborazione professionale con l’agenzia ‘Prensa latina’ (prima è a Bogotà, poi a New York) fondata dallo stesso Castro. Le continue minacce della CIA e degli esuli cubani lo inducono a trasferirsi in Messico. A Città del Messico (dove risiede stabilmente dal 1976) scrive il suo primo libro ‘I funerali della Mama Grande’ (1962) che contiene anche ‘Nessuno scrive al colonnello’, lavori con i quali si comincia a delineare il fantastico mondo di Macondo, paese immaginario che deve il suo nome ad una zona vicino al paese di origine di Gabriel Garcia Marquez, dove erano presenti molti vigneti che l’autore poteva vedere in treno durante i suoi viaggi.

 .
IL SUCCESSO E IL NOBEL – Nel 1967 pubblica uno dei suoi romanzi più noti, che lo consacrerà come uno dei più grandi scrittori del secolo: ‘Cent’anni di solitudine’, romanzo che narra le vicende della famiglia Buendía a Macondo. L’opera è considerata la massima espressione del cosiddetto realismo magico. Seguono ‘L’autunno del patriarca’, ‘Cronaca di una morte annunciata’, ‘L’amore ai tempi del colera’: nel 1982 gli viene assegnato il Premio Nobel per la Letteratura. Il 17 aprile del 2014 la famiglia dello scrittore ha annunciato la scomparsa del premio Nobel colombiano. García Márquez aveva 87 anni. 

.

 

Accadde Oggi – 17 aprile. Ricorre l’anniversario della scomparsa di Gabriel Garcia Marquez ultima modifica: 2017-04-17T08:37:51+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags