Biografie

Accadde oggi – 14 febbraio. Ricorre l’anniversario di nascita di Frederick Douglass

Accadde oggi - 14 febbraio. Ricorre l'anniversario di nascita di Frederick Douglass

Il 14 febbraio 1818 nasceva Frederick Douglass, che da schiavo analfabeta lottò per la sua istruzione, la sua libertà e l’emancipazione degli afroamericani…

MILANO – “Mi assocerei con chiunque per fare la cosa giusta e con nessuno per fare quella sbagliata”. Così era solito dire Frederick Douglass, politico, scrittore e riformatore statunitense che lottò per l’uguaglianza tra cittadini bianchi e afroamericani, di cui si ricorre oggi l’anniversario di nascita. Nato in condizioni di schiavitù, seppe emanciparsi dalla sua condizione grazie alla moglie del suo padrone, che per prima gli insegnò a leggere.

.

Dalla schiavitù alla libertà

Frederick Augustus Washington Bailey – questo il suo nome originario – nasce a Easton, nel Maryland, il 14 febbraio 1818. Affidato ai nonni, a sei anni viene abbandonato dalla nonna nelle piantagioni del suo padrone e due anni dopo viene venduto come schiavo a Hugh Auld, di Baltimora. Sophia, la moglie di Hugh, si affeziona al bambino e gli legge tutti i giorni la Bibbia, tanto che Frederick, affascinato, le chiede di insegnargli a leggere. Il ragazzo impara in fretta, ma il marito di Sophia si adira con lei, urlandole che dare un’istruzione agli schiavi significa aprire la loro mente all’idea della libertà. Proprio questa scenata fa comprendere al piccolo Douglass l’ingiustizia della sua condizione e l’importanza di portare avanti la sua formazione. Impara a leggere e scrivere facendo continuamente domande ai ragazzini bianchi e a 12 anni compra il suo primo libro scolastico. A 15 anni viene ceduto a Covey, un contadino noto per la sua “abilità” nel domare gli schiavi, picchiandoli e maltrattandoli. Douglass però reagisce, e il nuovo padrone non può far altro che trattarlo con rispetto. Diciottenne, torna dagli Auld ma due anni dopo riesce a fuggire travestendosi da marinaio. Con lui c’è Anna Murley, che il 15 settembre 1838, pochi giorni dopo la fuga, diventa sua moglie. I due si stabiliscono nel Massachusetts e prendono il cognome di Douglass.

.

La lotta per la parità dei diritti

Nel Massachusetts Douglass prende parte alle riunioni degli abolizionisti ed entra in contatto con William Lloyd Garrison, il giornalista del “Liberator”, di cui è un grande ammiratore. Alla Società Antischiavista del Massachusetts tiene il suo primo discorso nel 1841, raccontando la sua storia: è la prima di una serie di conferenze che lo porteranno a essere molto conosciuto. Oltre a essere un grande oratore, fonda anche un giornale, “La stella del Nord”. Nel 1845 pubblica la sua autobiografia, “Narrative of the Life of Frederick Douglass, an American Slave”, la sua opera più famosa, che lo rende noto anche in Europa. Durante la guerra di secessione, tra 1861 e 1865, si batte perché anche i neri possano arruolarsi. Nel 1863 Lincoln promulga il Proclama di Emancipazione. Dal presidente, nel luglio di quell’anno, Douglass ottiene udienza in Casa Bianca, lamentandosi in quell’occasione della diversità di trattamento ricevuto da bianchi e neri nell’esercito. Seguiranno molti altri incontri con Lincoln, e anche dopo la morte del presidente Douglass ricoprirà diversi incarichi diplomatici. Dopo la morte della moglie, si risposa nel 1884 con una donna bianca, l’insegnante ventenne Helen Pitts. Douglass muore improvvisamente il 20 febbraio 1895, a 77 anni.

.

L’autobiografia

L’autobiografia di Douglass ottiene un enorme successo fin dal momento della sua apparizione, nonostante le critiche dei detrattori che sostenevano non fosse possibile che un nero scrivesse un’opera di valore. Il libro vende 11 mila copie negli Stati Uniti e viene ristampato nove volte in tre anni. Viene anche tradotto in inglese e francese e si diffonde in Europa. Il clamoroso successo fa temere che gli antichi padroni di Douglass si rifacciano vivi avanzando i loro diritti su di lui, sicché gli amici gli suggeriscono di trasferirsi in Irlanda. In Europa, viaggiando tra Irlanda, Scozia e Inghilterra, si ferma per due anni.  Douglass pubblica altre due versioni ampliate della biografia nel corso della sua vita, “My Bondage and My Freedom” nel 1855 e “Life and Times of Frederick Douglass” nel 1881, ulteriormente revisionata nel 1892. La prima versione però resta quella di maggior successo.

.

Accadde oggi – 14 febbraio. Ricorre l’anniversario di nascita di Frederick Douglass ultima modifica: 2018-02-14T09:00:12+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags