Biografie

Accadde oggi – 13 dicembre. Ricorre l’anniversario di nascita del poeta Heinrich Heine

Accadde oggi - 13 dicembre. Ricorre l'anniversario di nascita del poeta Heinrich Heine

Il poeta Harry Heine nacque a Düsseldorf il 13 dicembre 1797 da una famiglia di commercianti e banchieri ebrei…

MILANO – Harry Heine nacque a Düsseldorf il 13 dicembre 1797 da una famiglia di commercianti e banchieri ebrei. Le alterne vicende della dominazione francese nella sua città risvegliarono in lui precoci tendenze francofile e una profonda antipatia per la Prussia. Soggiornò a Bonn (1817) iniziando gli studi di diritto filosofia e letteratura; qui seguì le lezioni di August W. Schlegel. Nel 1825 si converte alla religione evangelica e assume il nome di Heinrich: in quello stesso anno si laurea in giurisprudenza a Gottinga. La critica sempre più radicale della società tedesca spinse Heine a trasferirsi come giornalista nella più libera Francia, dove frequentò la comunità di tedeschi qui immigrati, come Humboldt, Lasalle, Wagner; ma anche intellettuali francesi come Balzac, Hugo, Sand.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi del poeta tedesco ! 

.

Le opere

Già prima del soggiorno a Bonn (1817) aveva iniziato a scrivere le prime liriche d’amore. Le sue prime liriche pubblicate nel 1822, mostrano l’influsso di Byron e di Fouqué , ma anche caratteri d’originalità, con il loro rifarsi allo stile delle ballate popolari e nell’ironico rifiuto di ogni illusione. Nell’ottobre 1827 ottiene il suo più grande successo letterario con la pubblicazione del ‘Buch der Lieder‘ (il celebre ‘Libro dei canti’). In lui vi è una forte tensione verso la poesia ma anche la negazione di ogni sentimentalismo, nella consapevolezza che i nuovi tempi esigono anzitutto una lucida e realistica razionalità. Nel 1828 è in Italia. Dopo una breve visita a Hamburg nacque la satira in versi “Germania una fiaba d’inverno” (1844), una delle più importanti opere della letteratura politica tedesca, in cui è evidente l’influsso dell’amicizia di Heine con il giovane Karl Marx.

.

La censura

Nel 1835 la censura proibì la circolazione dei suoi libri in Germania. Gli ultimi anni furono segnati dalle sofferenze atroci provocate da una atrofia muscolare progressiva, che lo costrinse a letto per quasi otto anni. Le atroci sofferenze della malattia sono descritte nelle poesie del “Romancero” (1851), e nelle raccolte del 1853-1854, in cui prevale una profonda serietà etica e religiosa. Gli “Scritti vari” (1854) sono dissertazioni su giudaismo e cristianesimo, liberalismo e comunismo, e costituiscono la summa e la conclusione della sua attività politica e letteraria. Heine morì a Parigi nel 1856.

 

Accadde oggi – 13 dicembre. Ricorre l’anniversario di nascita del poeta Heinrich Heine ultima modifica: 2017-12-13T09:00:07+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags