Biografie

Accadde oggi – 12 luglio. Ricorre l’anniversario di nascita di Pablo Neruda

Accadde oggi - 12 luglio. Ricorre l'anniversario di nascita di Pablo Neruda

Ricorre oggi l’anniversario di nascita di una delle più importanti figure della letteratura latino americana contemporanea, Pablo Neruda…

MILANO – Ricorre oggi l’anniversario di nascita di una delle più importanti figure della letteratura latino americana contemporanea, Pablo Neruda. Poeta ed attivista cileno, vinse il Premio Nobel per la letteratura nel 1971.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi dell’autore !

.

PABLO NERUDA – Pablo Neruda,  all’anagrafe Neftali Ricardo Reyes Basoalto, nacque nel 1904 a Parral, in Cile, non lontano dalla capitale Santiago. Il padre rimase vedovo e nel 1906 si trasferì a Temuco dove contrasse seconde nozze. Il futuro poeta cominciò  ben presto a mostrare interesse per la letteratura. Il padre cercò in ogni modo di dissuaderlo, ma l’incoraggiamento arrivò da Gabriela Mistral, futuro Premio Nobel, che fu poi sua insegnante durante il periodo di formazione scolastica. Il suo primo lavoro ufficiale come scrittore fu l’articolo “Entusiasmo y perseverancia” che venne pubblicato sul giornale locale “La Manana” quando il poeta aveva soltanto 13 anni. Fu nel 1920 che, per firmare le sue pubblicazioni, iniziò ad utilizzare lo pseudonimo di Pablo Neruda, che in seguito gli venne riconosciuto anche a livello legale. L’anno successivo si traferì a Santiago per imparare la lingua francese, e con l’intenzione di diventare insegnante. Abbandonò tuttavia questa idea quando capì che il suo futuro era tutto rivolto alla poesia.

.

L’INIZIO DELLA CARRIERA LETTERARIA – Neruda, a soli 19 anni, pubblicò il suo primo libro, “Crepuscolario”. Già l’anno seguente riscosse notevole successo con “Venti poesie d’amore e una canzone disperata”. A partire dal 1925 fu a capo della la rivista “Caballo de bastos”. Nonostante questo incarico, Neruda si trovò in difficili condizioni economiche che lo obbligarono, nel 1927, ad accettare un incarico diplomatico come console onorario nel Sudest asiatico. Nel 1930 sposò una impiegata di banca di origine olandese. Durante questo periodo di incarichi diplomatici compose un gran numero di poesie, alcune anche intese come sperimentazioni letterarie. Nel 1933 divenne console a Buenos Aires, dove conobbe Federico Garcia Lorca. L’anno successivo, a Madrid, strinse amicizia con Rafael Alberti. A Madrid nacque la figlia che, a causa di una incurabile malattia, morì in tenera età. Questo evento segnò profondamente il poeta, tanto da causare una grave crisi familiare con la moglie. Il poeta cominciò una frequentazione con Delia del Carril, argentina, di vent’anni più anziana di lui, che lo spinse verso le teorie marxiste.

.

GLI INCARICHI ISTITUZIONALI – Allo scoppio della Guerra Civile nel 1936 parteggiò per la Repubblica e venne destituito dall’incarico consolare. La sua propensione verso la sinistra fu ancora più forte dopo la barbara uccisione da parte delle forze di Franco dell’amico Federico Garcìa Lorca.  Si recò quindi a Parigi, dove divenne console per l’emigrazione dei profughi cileni repubblicani. Nel 1940 Neruda venne nominato console per il Messico. Qui incontrò Matilde Urrutia, per la quale scrisse “I versi del capitano”. Nel 1943, durante il viaggio di ritorno a casa, si fermò in Perù dove visitò Macchu Picchu e rimase molto colpito dalla città degli Inca, che gli ispirò la scrittura di “Alturas de Macchu Picchu”, poema in dodici parti sulla colonizzazione spagnola. Venne eletto senatore nel 1945 e si iscrisse al partito comunista. Nel 1949, dopo un periodo di clandestinità, per sottrarsi al governo anticomunista di Gabriel González Videla, fuggì dal Cile e viaggiò attraverso Unione Sovietica, Polonia e Ungheria.

.

LE OPERE MAGGIORI E IL NOBEL – Tra il 1951 e il 1952 passò anche per l’Italia. Qui ritornò poco dopo e si stabilì a Capri. Tra il 1955 e il 1960 viaggiò in Europa, Asia, America Latina. Nel 1966 la sua persona fu oggetto di una violenta polemica da parte di intellettuali cubani per un suo viaggio negli Stati Uniti. Pablo Neruda ricevette il Premio Nobel per la Letteratura nel 1971. Morì a Santiago il 23 settembre 1973.  Tra le sue opere più importanti vi sono “Residenza sulla terra”, “I versi del Capitano”, “Cento sonetti d’amore”, “Canto generale”, “Odi elementari”, “Stravagario”, “Le uve e il vento”, il dramma “Splendore e morte di Joaquin Murieta” e il libro di memorie “Confesso che ho vissuto”.


Accadde oggi – 12 luglio. Ricorre l’anniversario di nascita di Pablo Neruda ultima modifica: 2017-07-12T09:00:00+00:00 da developer

© Riproduzione Riservata
Tags