Biografie

Accadde oggi – 1 ottobre. Ricorre l’anniversario della scomparsa di Shlomo Venezia

Accadde oggi - 1 ottobre. Ricorre l'anniversario della scomparsa di Shlomo Venezia

Il mondo delle lettere celebra oggi l’anniversario di nascita dello scrittore, critico d’arte e politico William Thomas Beckford…

VMILANO – Il mondo delle lettere celebra oggi l’anniversario di nascita dello scrittore, critico d’arte e politico William Thomas Beckford. Ricordiamo anche la scomparsa del filosofo italiano Marsilio Ficino. Nel 2012 moriva a Roma, Shlomo Venezia, scrittore italiano di orgine ebraica, sopravvissuto all’internamento nei campi di concentramento nazisti.


WILLIAM THOMAS BECKFORD
– William Beckford nacque nel 1760 a Fonthill, Wiltshire, nel castello di suo padre, ex sindaco di Londra, William Beckford. Da lui il giovane William ereditò, a soli dieci anni, una fortuna che gli permise di soddisfare i suoi interessi quali arte ed architettura, oltre alla scrittura. Tre anni dopo sposò la quarta figlia del Conte Aboyne, Margaret Gordon, che morì di parto dopo pochi anni. Nonostante il matrimonio, Beckford era però omosessuale, come testimoniato da una storia avuta all’età di diciannove anni. Studiò architettura e nel 1782 partì per il Grand Tour in Italia. Nel 1783 scrisse un libro intitolato “Dreams, Waking Thoughts, and Incidents”. Nel 1786 scrisse la sua opera più famosa, il romanzo gotico ‘Vathek‘, scritto in francese, che divenne il suo vanto, avendo affermato di averlo completato in soli tre giorni e due notti. Le altre sue principali opere furono “Memoirs of Extraordinary Painters”, scritta nel 1780 e “Letters from Italy with Sketches of Spain and Portugal”. La fama di Beckford dipese tanto dalla sua eccentrica stravaganza come impresario e collezionista quanto dalle opere letterarie, dissipando nel contempo la sua fortuna. L’opportunità di ottenere l’intera biblioteca di Edward Gibbon diede a Beckford la base per la formazione della propria e, per questo, James Wyatt costruì Fonthill Abbey nella quale raccogliere la nuova biblioteca e la collezione d’arte di Beckford; Lord Nelson e gli Hamilton visitarono il palazzo nel 1800. I lavori terminarono nel 1807. Beckford morì a Bath il 2 maggio 1844.

SHLOMO VENEZIA -Fu deportato nel campo di concentramento nazista di Auschwitz-Birkenau. Durante la prigionia fu obbligato a lavorare nei Sonderkommando («unità speciali»), squadre composte da internati e destinate alle operazioni di smaltimento e cremazione dei corpi dei deportati uccisi mediante gas. Tali squadre venivano periodicamente soppresse per mantenere il segreto circa lo svolgimento della «soluzione finale della questione ebraica», il sistematico sterminio del popolo ebraico. Venezia è stato uno dei pochi sopravvissuti – l’unico in Italia, una dozzina nel mondo – di queste speciali squadre e ha raccolto le sue memorie in un libro pubblicato nell’ottobre 2007 a cura dell’editore Rizzoli, dal titolo ‘Sonderkommando Auschwitz‘. È morto nel 2012 all’età di 88 anni ed è sepolto presso il Cimitero del Verano di Roma.

 

Accadde oggi – 1 ottobre. Ricorre l’anniversario della scomparsa di Shlomo Venezia ultima modifica: 2017-10-01T09:00:03+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags