Beni culturali

Palme in piazza Duomo, una scelta che non mette d’accordo tutti

Palme in piazza Duomo, una scelta che non mette d'accordo tutti

Ben 42 palme alte cinque metri sono state piantate presso le aiuole site nella celebre piazza milanese. Scelta giusta o azzardo? Politici, mondo della cultura e cittadini sono divisi…

MILANO -Palme e banani di fronte al Duomo di Milano. Ben 42 palme alte cinque metri sono state piantate presso le aiuole site nella celebre piazza milanese in seguito alla proposta vincitrice del bando del Comune presentata da Starbucks, prossima ad aprire il primo negozio d’Italia a Milano. Scelta giusta o azzardo? Politici, mondo della cultura e comuni cittadini sono divisi.

LE REAZIONI – L’installazione, pensata dall’architetto Marco Bay, resterà nella piazza per tre anni. Il sindacco Beppe Sala su Instagram sottolinea la bontà della scelta: “Milano si risveglia con palme e banani in piazza Duomo. Come nella tradizione ottocentesca.” Ma la scelta delle palme in piazza Duomo sta facendo montare un vero e proprio caso politico, con pareri contrari che arrivano dal centrodestra.

IL PARERE DI DAVERIO – “Una scelta di fantasia in linea con la storia” Così il critico d’arte Philippe Daverio, intervistato da Zita Dazzi del quotidiano Repubblica, ha commentato la scelta di piantare palme e banani in piazza Duomo. “I palmeti c’erano già nel XIX secolo. C’erano anche nei giardini lacustri – dichiara su Repubblica – Io trovo che che quest’idea sia fantasiosa, effimera. E sono sempre favorevole in questi casi. I sorrisi fanno bene nei momenti di depressione”.

 

Palme in piazza Duomo, una scelta che non mette d’accordo tutti ultima modifica: 2017-02-16T11:34:32+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags