Arte

Scomparso Jannis Kounellis, il maestro dell’arte povera

Scomparso Jannis Kounellis, il maestro dell'arte povera

Si è spento a Roma, all’età di 80 anni, il pittore e scultore greco Jannis Kounellis, maestro indiscusso dell’Arte Povera

MILANO – Si è spento ieri a Roma, all’età di 80 anni, Jannis Kounellis, maestro indiscusso dell’Arte Povera. Nato in Grecia, il 23 marzo 1936, Kounellis aveva fatto di Roma la sua città adottiva. Proprio nella città eterna, infatti, si era trasferito giovanissimo per studiare all’Accademia delle Belle Arti, sotto la guida di Toti Scialoja. Pittore e scultore, il grande maestro greco di se stesso diceva “Sono solamente un pittore: volevo uscire dal quadro e dialogare con il pubblico”.

LA MIA ARTE POVERISSIMA – Kounellis ha sempre continuato a definirsi un pittore, anche se sono state soprattutto le sue installazioni e performance a renderlo uno dei più grandi artisti di arte contemporanea. Dai cavalli legati alle pareti ai buoi macellati, dal carbone al ferro, fino alle farfalle e ai cocci dei villaggi cinesi. Le sue installazioni erano delle vere e proprie scenografie di cui lo spettatore diveniva protagonista perché, per l’artista greco, il coinvolgimento del pubblico era fondamentale per completare l’opera d’arte. Ogni sua performance era un racconto, una storia (fatta di materiali poveri ed essenziali) in cui tradizione e contemporaneità finivano inevitabilmente per fondersi.

Scomparso Jannis Kounellis, il maestro dell’arte povera ultima modifica: 2017-02-17T09:56:54+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags