Arte

L’influenza dell’arte nei film di David Lynch

L'influenza dell'arte nei film di David Lynch

Lynch è influenzato da una certa sensibiità pittorica che ha conferito alle scene, ai colori e alle inquadrature dei suoi film una singolarità cinematografica senza eguali…

MILANO – Quando si parla dei lavori di David Linch, si fa riferimento ai suoi film sia per il mondo del cinema che a quello più piccolo della televisione. Dall’altra parte dello schermo vi è una sorta di adulazione tramutata in emulazione, da parte di quanti hanno tentato miseramente di rifarsi al singolare lavoro del regista statunitense. Il sublime equilibrio tra umorismo e orrore che Lynch ha raggiunto nel corso della sua straordinaria carriera, è quel tipo di cosa che non si dovrebbe tentare di creare senza appropriati studi e un’ adeguata preparazione.

L’amore per l’arte

Il lavoro Lynchiano del regista ha senz’altro subito la notevole influenza della pittura. Lynch, da quanto risulta nell’articolo pubblicato da Open Culture, ha iniziato a disegnare e dipingere in giovanissima età, prima di iniziare a studiare arte presso la Scuola del Museo delle Belle Erti di Boston negli anni Sessanta. Mentre trovava la sua vocazione nel mondo del cinema, la sua formazione artistica ha contribuito a dare forma a quelle che sarebbero diventate poi le sue indimenticabili realizzazioni cinematografiche. Lynch è così necessariamente legato a una sensibilità pittorica e senza tale influenza, le scene, i colori e l’inquadratura create da Lynch non sarebbero le stesse che hanno portato il regista a un tale successo.

L’influenza artistica 

Rene Magritte, Edward Hopper, Arnold Böcklin  e il maestro dell’horror-psyco Francis Bacon, sono gli artisti che hanno influenzato i lavori di Lynch. Come si vede dal video di Kooistra, Lynch ha fatto un buon uso delle opere dei suoi artisti preferiti, utilizzandole a suo modo come scene e ambientazioni per i suoi film. In un’intervista dichiara di aver scoperto Bacon in una galleria del 1996 e nell’aver trovato la mostra emozionante, ha poi deciso di usare le opere del pittore come ispirazione per creare l’ambiente disorientante della Red Room nella serie Twin Peaks. L’omaggio di Lynch ai suoi pittori preferiti, oltre all’ultima stagione di Twin Peaks, lo si trova in Eraserhead e Blue Velvet.

The Art of David Lynch from VoorDeFilm on Vimeo.

L’influenza dell’arte nei film di David Lynch ultima modifica: 2017-11-11T09:14:32+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags