Arte

Le gigantesche statue di Ali e Nino, gli amanti sfortunati che si uniscono ogni sera

an

Ali e Nino, gli amanti che hanno ispirato la statua colossale in riva al mare di Batumi, in Georgia…

MILANO – Libri e arte si incontrano grazie a una struggente storia d’amore. La vicenda, prima raccontata nel romanzo austriaco del 1937, Ali e Nino, è la triste storia di due innamorati.

LA STORIA – A differenza delle tragedie tradizionali (come Romeo e Giulietta), a separare Ali e Nino è la prima guerra mondiale e non delle famiglie in lotta. Ali, un azero musulmano, si innamora di una principessa georgiana, Nino, ma purtroppo, dopo che sono finalmente in grado di stare insieme, la guerra colpisce la sua casa e Ali muore. L’autore del romanzo è sconosciuto, accreditato con lo pseudonimo di Kurban Said. Nonostante le origini sconosciute, il titolo è diventato un classico della letteratura caucasica ed è considerato il romanzo nazionale dell’Azerbaigian.

L’OPERA – Questo famoso amore ha ispirato l’artista georgiana Tamara Kvesitadze che nel 2010 ha realizzato una scultura in movimento. L’opera monumentale di metallo, conosciuta anche come la “Statua dell’Amore,” si compone di due figure un po’ trasparenti in segmenti sovrapposti. Ogni giorno alle 7  di sera a Batumi (Georgia), le due figure si incontrano, baciano e “attraversano”.

 

 

Fonte video: Vanilla Magazine

Copertina:Bored Panda

Le gigantesche statue di Ali e Nino, gli amanti sfortunati che si uniscono ogni sera ultima modifica: 2017-08-15T08:56:03+00:00 da lucia

© Riproduzione Riservata
Tags