Curiosiamo

Arriva ”Art Life”, la campagna social per promuovere e valorizzare il patrimonio artistico italiano

28052014125957_sm_7618

Adesso i social network scendono in campo per tutelare il patrimonio artistico italiano. Parte su Facebook, Twitter ed Instagram “Art Life”, l’iniziativa inedita rivolta agli utenti delle celebri piattaforme social……

Al via la nuova campagna social in condivisione, ideata da Libreriamo con gli utenti di Facebook, Twitter ed Instagram chiamati a fotografare opere e beni artistici italiani in stato d’abbandono o poco valorizzati. Scopo della campagna promuovere la lettura e far emergere l’importanza del patrimonio artistico italiano, non sempre valorizzato a dovere

 

MILANO – Adesso i social network scendono in campo per tutelare il patrimonio artistico italiano. Parte su Facebook, Twitter ed Instagram “ART LIFE”, l’iniziativa inedita rivolta agli utenti delle celebri piattaforme social, chiamati a vestire i panni di “Art hunter”, ovvero cacciatori di opere d’arte e beni artistici in stato d’abbandono o poco valorizzati e conosciuti da immortalare in una foto o in un selfie per poi pubblicarle, accompagnate  da una breve didascalia o aforisma, sulle pagine Facebook, Twitter ed Instagram di Libreriamo. Il tutto per un fine sociale molto importante, far emergere la sempre l’importanza del patrimonio artistico italiano, non sempre valorizzato a dovere.

ITALIA SINONIMO DI ARTE – “Il nostro vuole essere un nuovo modo di sensibilizzare su cio’ che riteniamo un grande problema sia economico che culturale – afferma Saro Trovato, mood maker e fondatore di Libreriamo – L’Italia è sinonimo di arte, storia e cultura dalla più lontana antichità. Innumerevoli sono le testimonianze del passato raccolte in musei, collezioni private o siti archeologici che ancora fanno parte del panorama della nostra civiltà moderna e che, purtroppo, non vengono abbastanza valorizzate sia dalle istituzioni pubbliche, sia dai privati. Ecco perché, con Art Life, vogliamo che questo senso di responsabilità parta dal basso, dalla gente comune, chiamata a fotografare e dare maggiore visibilità alle opere d’arte italiane e ai beni monumentali di cui la nostra terra è ricca”.

COME PARTECIPARE – Un’opera d’arte presente all’interno di un museo o galleria e poco conosciuta, un monumento in stato d’abbandono, uno scavo archelogico non tutelato o qualsiasi raprpesentazione artistica che necessiti di maggiore visibilità e di tutela. Ognuno potrà scattare la foto  ofare il proprio Selfie e pubblicare l’immagine, accompagnata da una breve didascalia, aforisma o poesia Facebook di Libreriamo e Fotografiamo, su Twitter e su Instagram. Oltre a pubblicare le foto, occorrera’ inserire sui diversi canali social l’hashtag #Artlife e la mention @Libreriamo. Alla fine verra’ realizzato un unico “Book fotografico” che raccogliera’ tutte le immagini che saranno inviate.

L’IMPORTANZA DEL PATRIMONIO ARTISTICO ITALIANO – Un’opera di sensibilizzazione ma anche di impegno, in cui tutti coloro che partecipano possono contribuire a far emergere come le opere d’arte ed i beni monumentali italiani siano una risorsa fondamentale per il nostro Paese. L’Italia ha il maggior numero di beni artistici e culturali dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO; sono ben 49, infatti, i siti italiani inseriti nella Lista del Patrimonio dell’Umanità, la Unesco World Heritage List. Roma, Firenze, Assisi, Venezia, Siena, Pisa, Napoli, invece, sono solo le più note città d’arte del Paese, ma il territorio è disseminato di centri storici di incomparabile bellezza. I numeri lo confermano: 95.000 chiese monumentali, 40.000 fra rocche e castelli, 30.000 dimore storiche con 4.000 giardini, 36.000 fra archivi e biblioteche, 20.000 centri storici, 5.600 musei ed aree archeologiche, 1.500 conventi. Ecco perché, con la campagna Art Life, vogliamo stimolare alla condivisione e far emergere come i beni culturali italiani siano protagonisti della vita del nostro Paese.

28 maggio 2014
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Arriva ”Art Life”, la campagna social per promuovere e valorizzare il patrimonio artistico italiano ultima modifica: 2014-05-28T00:00:00+00:00 da

© Riproduzione Riservata
Tags