Diffondiamo

Piersigilli di Feltrinelli, ”La vera novità del Natale nelle nostre librerie sono…i giocattoli”

10122013112823_sm_5879

Non è certo una novità che i giocattoli siano il regalo principe del Natale, la festa più amata dai bambini, ma decisamente non è usuale andare a comprarli in libreria. Proprio i giocattoli invece sono uno dei prodotti di punta delle Feltrinelli……

Il Category Manager della cartoleria di Librerie Feltrinelli, Norberto Piersigilli, ci presenta la linea dei gadget proposti per il periodo natalizio

MILANO – Non è certo una novità che i giocattoli siano il regalo principe del Natale, la festa più amata dai bambini, ma decisamente non è usuale andare a comprarli in libreria. Proprio i giocattoli invece sono uno dei prodotti di punta delle Feltrinelli, che per il periodo natalizio hanno puntato su un allestimento che riduce lo spazio dedicato ai gadget, che comunque non mancano, per far largo a prodotti nuovi, originali, divertenti ed educativi dedicati ai più piccoli. A parlarcene è Norberto Piersigilli, Category Manager della cartoleria per le Librerie Feltrinelli.  

In occasione di questo Natale, su cosa punta la proposta per la cartoleria delle librerie Feltrinelli?
Quest’anno abbiamo puntato meno degli altri anni sulla proposta di gadget per il Natale. Avremo prodotti che si richiamano ai gadget per la persona e la cucina – comunque non in tutte le librerie – ma la proposta per la cartoleria è prevalentemente legata a un tema più tradizionale, che va a riscoprire il mondo delle agende, quindi della scrittura, e dei calendari. La vera novità del Natale Feltrinelli è la proposta di una serie di giocattoli educativi e creativi per i bambini, che gli altri anni non gestivamo.

Qual è la ragione di questa scelta?
Volevamo dare un’immagine più “pulita” e in linea con il nostro tipo di clientela. La vendita di gadget, che si prestano a un acquisto d’impulso, è sicuramente strategica nel periodo di dicembre, ma il rischio era quello di creare una specie di bazaar, con tanti prodotti che dal punto di vista del packaging davano distonie molto forti visivamente.

Oltre ad agende e calendari, quali sono gli altri gadget?
Abbiamo temperini e gomme di varie forme, portafoto – un prodotto che funziona sempre –  da appendere al muro o da tenere sul tavolo. Un altro gadget che vendiamo molto bene  sono i filtri per il tè, da quelli a forma di gufo alla bustina con la rappresentazione della regina Elisabetta, cose molto carine e sfiziose che partono dai 5/6 euro.
Un prodotto su cui puntiamo molto è il TreeBox, un albero di Natale in cartone, fatto con materiali riciclati, da costruire e decorare. La vera novità è che per ogni acquisto – il TreeBox viene venduto al  pubblico a 19,90 euro – viene piantato un albero vero nel mondo a nome del cliente, per ripristinare gli alberi abbattuti in questo periodo dell’anno. Il claim, l’idea alla base dell’iniziativa, è “non tagliare un albero, piantalo!”
Ovviamente ci sono poi i classici segnalibri, portacellulari di vario genere e tutta la linea Bobino, che comprende il portacellulare, in vari colori, l’avvolgicavo per gli auricolari, la slim pen, una penna molto sottile che sta tra le pagine di agende e quaderni, e il key clip, il gancio per le chiavi da tenere borsa.
Abbiamo anche la linea dei portachiavi sonori a forma di cane o gatto – quando si battono le mani il cane abbaia e il gatto miagola.
Tra i piccoli gadget questi sono i più venduti.
Per quanto riguarda gadget più grandi, abbiamo ancora il fermalibro in metallo a forma di albero, ma pian piano stiamo cercando di dismetterli.
 
Veniamo al punto di forza di quest’anno: i giocattoli…
Il tema dei giocattoli abbraccia gli strumenti musicali e le costruzioni in legno, le classifiche ferrovie con i trenini, i puzzles. A questi abbiamo dato ampio spazio in libreria, in tutti i negozi: abbiamo voluto dare ai clienti la possibilità di trovare subito il prodotto tipicamente natalizio, i giochi per i bambini.
Lo spirito è di offrire, come catena libraria italiana, prodotti che non ci sono nella grande distribuzione – l’unica eccezione sono i Lego. Abbiamo linee come Plan Toys che ritroviamo quasi esclusivamente in canali specializzati in giocattoli.
C’è sempre la parte scientifica, con tutta una linea di robot costruiti con lattine riciclate. Cerchiamo infatti di sviluppare anche il tema ecologico, attraverso la scelta di materiali di recupero.
Abbiamo fatto una selezione di due anni per cercare giochi che possano migliorare la creatività del bambino, che stimolino le sue parti sensoriali e logiche, che siano divertenti ed educativi nel senso più aperto del termine.
Nella scelta siamo stati aiutati dalla nostra clientela: abbiamo condotto una serie di interviste per mettere insieme una proposta che andasse incontro ai gusti dei nostri clienti con prodotti nuovi e originali. Tutta la parte dei giocattoli in legno, per esempio, ci è stata consigliata da loro.
Durante l’anno proponiamo poche cose, ma l’offerta è concentrata in questo periodo natalizio.

10 dicembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Piersigilli di Feltrinelli, ”La vera novità del Natale nelle nostre librerie sono…i giocattoli” ultima modifica: 2013-12-10T00:00:00+00:00 da

© Riproduzione Riservata
Tags