Investiamo

Alessia Spigariol di Guerini, ”L’editoria deve tener conto degli interessi dei lettori”

1006201395634_sm_4281

Disparati sono gli argomenti trattati dai singoli titoli di Log Edizioni, dal self care all’informazione su argomenti di attualità fino al self improvement. L’obiettivo non è creare linee di prodotti, ma intercettare gli interessi personali del pubblico. Così Alessia Spigariol, editor di Guerini e Associati, ci presenta il progetto che anima il nuovo marchio della casa editrice……

L’editor, che ha seguito la nascita di Log Edizioni, ci illustra il catalogo e le linee guida del nuovo marchio di Guerini e Associati

MILANO – Disparati sono gli argomenti trattati dai singoli titoli di Log Edizioni, dal self care all’informazione su argomenti di attualità fino al self improvement. L’obiettivo non è creare linee di prodotti, ma intercettare gli interessi personali del pubblico. Così Alessia Spigariol, editor di Guerini e Associati, ci presenta il progetto che anima il nuovo marchio della casa editrice.

Perché Guerini ha deciso di creare il nuovo marchio editoriale Log Edizioni?

L’obiettivo è quello di proporre libri su tematiche che non rientrino specificatamente nel catalogo storico di Guerini e Associati – evitando che l’immagine di brand che Guerini si è costruita nel tempo possa in alcuni casi nuocere ai nuovi prodotti – ma che ne mantengano inalterate le linee guida strategiche. Ovvero, un taglio scientifico/professionale nel trattare i vari argomenti e la produzione di testi accurati, realizzati sia attraverso la collaborazione con autori competenti nei settori di riferimento sia attraverso lo sviluppo di traduzioni di opere qualitativamente rilevanti e di successo presenti nei mercati esteri.
Un nuovo marchio, dunque, flessibile e reattivo, con un numero di produzioni limitate ma di grande forza editoriale e commerciale, curate in ogni dettaglio, dal packaging allo sviluppo dei materiali di comunicazione a supporto. E con la volontà di penetrare canali distributivi diversificati, dalla tradizionale libreria alla grande distribuzione.

Che tipo di proposta si raccoglie sotto questo marchio e in che modo va a implementare e completare le proposta di Guerini?
Log edizioni propone una manualistica evoluta che nasce da un’attenta ricognizione del quotidiano, dall’osservazione e dall’elaborazione delle richieste dei lettori che variano dal self care all’informazione su argomenti di attualità fino al self improvement. Il comune denominatore è l’individuo con i propri interessi personali, a prescindere dalla professione, dal ceto sociale o da qualunque altra categorizzazione.
L’obiettivo principale non è specificatamente quello di insegnare qualcosa ma di offrire degli stimoli per affrontare percorsi di crescita/formazione individuale, per soddisfare interessi ludici, per informare. In sintonia con questo obiettivo, ci occupiamo di temi di attualità di grande impatto e interesse proposti con un taglio divulgativo e a prezzi accessibili, andando ad arricchire e ad ampliare il profilo storico della Guerini e Associati, da sempre votata a una saggistica destinata ai lettori forti, attenta alle connessioni interdisciplinari e sensibile alle esigenze della formazione avanzata, caratterizzata da una marcata attenzione alla ricerca scientifica, al dibattito culturale, all’evoluzione della didattica universitaria e alla crescita professionale.

Quali sono le linee guida del progetto editoriale?

La produzione, come accennato, è di tipo pull, ovvero fondata sull’intercettazione di tendenze, di argomenti di interesse da parte del pubblico, tralasciando ovviamente le mode passeggere di breve durata.
In quest’ottica possono convivere nel catalogo di Log edizioni produzioni legate ad argomenti disparati, trattate in maniera distinta, senza la convinzione di sviluppare linee di prodotti. Ogni testo  ha la sua attività di pianificazione, realizzazione, comunicazione e distribuzione specifiche, con riferimento a target spesso differenti, trattati in maniera congrua alle specificità di ognuno.
Per esemplificare, è in catalogo Log “S.O.S. Mamma. Come sopravvivere tra figli, casa e lavoro”, un libro che ha spopolato tra le mamme inglesi alle prese, come tutte, nel difficile compito di conciliare famiglia e lavoro, la cui autrice, Jessica Chivers, è life consultant per diverse riviste femminili tra cui “Look”. C’è poi il più recente “EcoLogica. La vita a basso impatto ambientale alla portata di tutti”, della giornalista Johann Rossi Mason, una guida funzionale pensata per le persone che lavorano, che non hanno tempo, che hanno figli da crescere ma che hanno comunque voglia di esercitare un’azione “politica” con le proprie scelte. Tredici capitoli, dall’EcoIgiene all’EcoUfficio, dall’EcoFashion all’EcoSalute, dall’EcoTurismo all’EcoSpesa, dall’EcoMatrimonio all’EcoSex, pieni di curiosità, ricette fai da te, spunti, iniziative, soluzioni, ma anche riferimenti a enti, siti, associazioni che supportano, promuovono e aiutano ad agire ecologicamente.

Ci può anticipare qualche novità in arrivo?
In giugno pubblicheremo un libro che è stato un grande successo in Inghilterra, “Vieni a correre con me. Un padre e un figlio alla ricerca del tempo perduto”. Una storia emozionante, firmata dallo psicologo del Grande Fratello UK e da suo figlio.
Geoffrey Beattie è un celebre psicologo e accademico inglese, autore di numerosi libri, vincitore di prestigiosi premi letterari internazionali, conduttore di serie televisive su BBC1 e Channel 4. Soprattutto, ha iniziato a correre seriamente all’età di tredici anni, senza più smettere, allenandosi ogni giorno senza interruzioni. Considera questo sport come una scelta di vita, soprattutto a livello psicologico, per sé e per tutti coloro che lo praticano. La sua ossessione per il lavoro, insieme alla sua passione per la corsa, hanno distrutto il suo rapporto con il figlio Ben, anche se, ironia della sorte, è stata proprio la corsa che li ha fatti riavvicinare.
Un racconto scritto a quattro mani, intenso e coinvolgente, che potrà appassionare sia gli amanti della corsa, che vi ritroveranno molte ossessioni, riti, consonanze, ma anche il pubblico che ama le grandi storie e che si identifica con le evoluzioni e i passaggi di vita dei protagonisti.

12 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessia Spigariol di Guerini, ”L’editoria deve tener conto degli interessi dei lettori” ultima modifica: 2013-06-12T00:00:00+00:00 da

© Riproduzione Riservata
Tags