Curiosiamo

Da strumento di lavoro a opere d’arte, la nuova vita dei pennelli

19122014160509_sm_10174

L’artista di San Francisco Rebecca Szeto trasforma i suoi ferri del mestiere, vecchi pennelli non più utilizzabili, in magnifiche sculture che raffigurano eleganti dame rinascimentali, intagliando il manico per riprodurre il volto delle signore……

Dopo anni di onorato servizio, i pennelli di Rebecca Szeto, artista americana di Los Angeles erano ormai logori e inutilizzabili; ma perché buttarli via? Rebecca ha trovato un modo originale per continuare a usarli, con una funzione radicalmente diversa

MILANO – L’artista di San Francisco Rebecca Szeto trasforma i suoi ferri del mestiere, vecchi pennelli non più utilizzabili, in magnifiche sculture che raffigurano eleganti dame rinascimentali, intagliando il manico per riprodurre il volto delle signore e trasformando le setole nelle loro gonne svolazzanti. Un inno alla bellezza nonostante la caducità delle cose, il trascorrere del tempo, nel nome del riciclo e della sostenibilità. ”Paintbrush Portrait” è un progetto che Rebecca porta avanti in modo continuativo dal 1999 fino ad oggi. E pensare che già nel 1970 Bruno Munari aveva pensato ad un’ideale di bellezza femminile in formato ready-made, creando La Pennellessa: un pennello dalle setole nere alle cui estremità erano state fatte due treccine fermate da fiocchetti rosa. 

20 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Da strumento di lavoro a opere d’arte, la nuova vita dei pennelli ultima modifica: 2014-12-20T12:10:00+00:00 da

© Riproduzione Riservata
Tags